Templari a Milano, al Cobianchi va di scena la storia

:
14 aprile 2017

Un progetto ambizioso. Coniugare la storia di Milano e dei i suoi luoghi nascosti con la tutela della nostra memoria storica.

Il Circolo culturale Cobianchi, gli ex bagni pubblici, siti a Milano in Piazza Duomo 19 (ma con ingresso per il museo da Via Tommaso Grossi) oggi sono diventati un luogo di rilancio della nuova immagine del capoluogo lombardo del post – Expo; che investe sulla cultura e su di una delle più affascinanti storie religiose e non solo, avvolte dal mistero. Sono i templari: che in un’esposizione-mostra aperta ieri, alla presenza del vicesindaco Anna Scavuzzo, dell’Assessore alla Cultura della regione Lombardia Cristina Cappellini e dell’Assessore Giulio Gallera, e alla presenza anche della professoressa Elena Montanella, storica dell’arte, hanno arricchito dei loro fasti, della loro tradizione e del loro portato storico e valoriale uno spazio espositivo rilanciato da poche settimane che ben rappresenta la vocazione culturale di una città in forte slancio dopo la rassegna universale.

La mostra è aperta al pubblico fino al 2 Luglio.

Il nuovo Spazio Cobianchi Duomo, è gestito dall’A.T.S. Cobianchi con capofila l’Ente Ideazione – Ciao. 

Dopo Milano la mostra sarà esposta nell’autunno 2017 a Matera, Capitale della Cultura Europea 2019, presso il Convento di Santa Lucia con itineranza scientifica e turistica nei Comuni di Montescaglioso, Irsina e Miglionico.

La mostra  è stata ideata e progettata dalla Fondazione DNArt, curata dal Prof. Don Cosimo Damiano Fonseca, con la collaborazione della dott.ssa Elena Fontanella, come responsabile di progetto, con il Patrocino del Ministero delle Attività e dei Beni Culturali e del Turismo, della Regione Lombardia, della Camera di Commercio di Milano, sotto l’Egida del Gran Priorato di Napoli  e della Sicilia -Centro Studi Militensi  e la collaborazione di tanti Enti e Istituti.

Presso il Cobianchi sarà aperto un punto vendita  per “l’Abbonamento Musei Lombardia Milano”. È una carta che permette di accedere liberamente, ogni volta che lo  si desidera,  ai musei, nelle residenze reali, nelle ville, nei giardini,nelle torri, alle collezioni permanenti e alle mostre di Milano e della Lombardia aderenti al circuito: in forza di tale accordo è previsto l’entrata gratuita alla mostra per tutti i possessori dell’Abbonamento Musei.

Gli associati a Fondazione Atm e CRA F.N.M ed altri enti convenzionati, possono usufruire di uno sconto sul biglietto.

L’esposizione si prefigge di illustrare il problema templare innanzitutto nelle sue evidenze storiche. Tra le testimonianze presenti di particolare rilievo sono:Il Codice pergamenaceo, La regola dei Cavalieri del Tempio della Biblioteca Nazionale Linceidi Roma; i Documenti del processo ai Templari dell’Archivio Segreto Vaticano.

Vi sono anche opere di prestigio come: La Grande Tavola a foglia oro di San Nicola pellegrino della Cattedrale di Trani, la Croce stradale del cammino verso la Terra Santa del XII° sec. del Museo Medievale di Arezzo e la Corona di Ruggero II del Museo Nicola Iano di Bari.

Ecco alcune sale della Mostra illustrate dalla Professoressa Elena Montanella

I Templari e Federico II

L’ordine Templare e la prima crociata

Il culto della Madonna

L’intervista con Elena Montanella

L’intervista con il Vice sindaco di Milano Anna Scavuzzo

L’intervista con l’Assessore regionale alla Cultura Cristina Cappellini

L’intervista con l’Assessore alla Sanità Giulio Gallera

 

TAG: Circolo Culturale Cobianchi, Cristina Cappellini e Anna Scavuzzo, milano, Templari
CAT: Milano

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...