Mario
Bosso
BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 16/10/2017

in: Una legge elettorale paradossalmente più utile al M5S

Una coalizione di centro destra, laddove possibile, visto lo strappo tra Lega e Fratelli d’Italia, avendo i primi osteggiato la riforma elettorale che invece è stata immediatamente votata dai secondi... Guardi sig. Pompeo che è andata esattamente al contrario. la Lega ha detto si e FDI ha detto no.

Pubblicato il 16/10/2017

in: Una legge elettorale paradossalmente più utile al M5S

Vedo con piacere che non ha MAI letto nulla riguardo al reddito di cittadinanza o reddito minimo garantito in vigore in moltissimi paesi europei e non, ma si sa leggere agli ITAGGLIANI costa fatica. Cosa ne sa Di Maio di etcc...?? Beh visto quello che hanno fatto tutti gli altri bravi, bravissimi ed esperti [...] che ne sapevano tantissimo direi che far peggio NON è possibile. P.S. Legga, le assicuro che potrebbe anche piacergli.

Altro Chiudi
Pubblicato il 02/10/2017

in: Di Maio attacca il sindacato ma il bersaglio vero è la democrazia

Capisco che lei sig. Cristian sia un poco stretto quanto a pensieri ed analisi , ma vuol vedere che il fresco web designato candidato premier 5 stelle Luigi Di Maio si riferiva a queste situazioni (CHE NON SONO POCHE..ANZI!!) quando ha detto quello che secondo lei è un attacco alla democrazia? MA QUALE [...] DEMOCRAZIA? Cordiali saluti. Raffaele Bonanni stipendio d'oro. Da segretario Cisl guadagnava fino a 336mila euro l'anno. Un Raffaele Bonanni tutto d'oro. Che oltre a godere di una pensione stellare (8.593 euro lordi al mese), è stato protagonista negli ultimi anni di una strabiliante ascesa salariale. Nel suo periodo da segretario della Cisl - dal 2006 fino alle improvvise dimissioni del settembre scorso - il suo stipendio è aumentato vertiginosamente: da 118.186 euro a 336mila, una cifra da capogiro, di molto superiore al tetto per i grandi manager di Stato (240mila). Nel 2006, la Cisl dichiara all'Inps una retribuzione lorda, ai fini contributivi, di 118.186 euro. Un po' più alta di quella prevista ma non molto. Le stranezze devono giungere con gli anni seguenti. Nel 2007, infatti, la retribuzione complessiva dichiarata all'Inps è di 171.652 euro lordi annui. Che aumenta ancora nel 2008: 201.681 annui. L'evoluzione è spettacolare, gli incrementi retributivi di Bonanni sono del 45% e poi del 17%. Ma la progressione continua: nel 2009, la retribuzione è di 255.579 (+26%), nel 2010 sale "di poco" a 267.436 (+4%) mentre nel 2011 schizza a 336.260 con un aumento del 25%. Sono stati tutti questi aumenti a consentire all'ex segretario di ritirarsi da pensionato d'oro. Senza dimenticare che Bonanni è riuscito a sfuggire sia alle modifiche introdotte nel '95 dalla riforma Dini che introdusse il sistema contributivo (grazie all'anzianità di servizio), sia alla riforma Fornero. http://www.huffingtonpost.it/2014/10/29/raffaele-bonanni-stipendio_n_6065950.html

Altro Chiudi
CARICAMENTO...