Stefano
Campolo

bio

Otto anni in grigio-verde, sei a descrivere la fenomenologia della terza (categoria), il resto passato come costo della politica. In stato di grazia dentro un aeroporto, una stazione o in mezzo al deserto.

BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 27/02/2017

in: Ecco perché investire negli "altri sport" è un affare

Molto interessante. A proposito, segnalo il caso Luxottica che per oltre vent'anni ha fatto da secondo sponsor all'Alleghe Hockey, versando ogni anno alla società sportiva bellunese un contributo molto vicino a quello del main sponsor.

Pubblicato il 07/12/2016

in: Il disordine nuovo

Un pensiero di rara lucidità, Federico. Grazie davvero. Tuttavia, osservando gli accadimenti degli ultimi due anni da un punto di vista interno, credo sia necessario evidenziare altre due cose: 1) Il livello di aspettative rispetto a questo governo è stato altissimo; il presidente del consiglio e tutto il gruppo di Palazzo Chigi ha fatto poco o [...] nulla per attenuarlo - forse per un calcolo rispetto al consenso (dopo di me il diluvio...). 2) Da inizio 2016, l'intera "narrazione" di Renzi è stata, appunto, una narrazione, priva del necessario raccordo con la realtà. Per mesi ha continuato a dire che i conti miglioravano, la disoccupazione scendeva e l'economia ripartiva. Il Paese reale, fatto di donne, uomini, professionisti, dipendenti, imprenditori, pensionati e molto altro vive in realtà un disagio sociale ed economico senza precedenti. La crescita dello 0,7 non è una risposta e, soprattutto, di fronte al fatto che la pubblica amministrazione non paga i suoi debiti (da anni), i giovani hanno la prospettiva di rimanere precari, mal pagati o sotto pagati per qualche lustro prima di trovare lavoro stabile, i cinquantenni vengono espulsi dai luoghi di lavoro per lasciar spazio ai unovi precari, le maglie del welfare sono sempre più strette (perché le risorse disponibili sono poche) e anche la pressione di tutto sommato modeste migrazioni diventa insopportabile, ecco con tutto questo avrei affrontato il 2016 con toni meno, molto meno trionfalistici. Probabilmente sbaglio, ma avrei fatto di mestizia virtù. 3) La cerniera tra il governo e la società è completamente saltata. Nessuno è più in grado di fare la mediazione politica che consente di raccordare la vita delle persone con chi è chiamato a cercare soluzioni, se non altro per il semplice fatto che si guarda agli italiani come ai pubblici rappresentati in un focus group: vivisezionati dagli esperti di numeri, ma evitando accuratamente di incontrarli e di parlarci, se non in contesti protetti. Non il Pd, appiattito maggioritariamente sulla linea del governo, quasi ignaro che il ruolo di un partito non è fare il tifo acriticamente per il tuo presidente del consiglio, ma di elaborare, ridurre e comporre in politiche pubbliche le innumerevoli richieste e i singoli egoismi provenienti dalla cittadinanza e magari dargli rappresentanza. Di fatto i partiti mettono ordine nel caos, a questo servono. Se non ci sono più i partiti, rimane il caos. Di questo credo Renzi porti numerose responsabilità.

Altro Chiudi
CARICAMENTO...