Riccardo
Fumagalli

bio

Nato nel 1980 come gli Einstürzende Neubauten ma sembro più giovane. Vivo di cose digitali ma preferisco quello che si tocca con mano. Viaggio, osservo, penso, di conseguenza mi lamento.

BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 25/02/2016

in: Per evitare la Brexit, gli italiani a Londra saranno cittadini di serie B

Premetto che dare, parzialmente, ragione a Cameron probabilmente mi causerà un attacco di emorroidi ma mi prendo il rischio. A mio parere questa idea non è così sbagliata. Stefano, quoto la tua frase: "In pratica un cittadino italiano, trasferitosi a Londra per “cercare fortuna” o banalmente per trovare lavoro (come accade sempre più spesso), non avrà gli [...] stessi diritti di un britannico." Più precisamente questo cittadino italiano avrà meno diritti anche di me, che in UK ci sono da 8 anni. E così tutti gli altri cittadini, a prescindere dalla nazionalità, che hanno lavorato e versato tasse per il tempo necessario per qualificarsi ai benefit. Gli aiuti di stato vengono elargiti a chi il lavoro lo perde oppure perde le condizioni che inizialmente rendevano un cittadino perfettamente abile al lavoro. Dando benefit da subito si finirebbe a pagare le vacanze alla gente, come succedeva già una decina di anni fa prima che chiudessero un po' il rubinetto. In più gli immigrati EU che reclamano "qualche tipo di benefit" (che può essere una full allowance o un minimo di aiuto sull'affitto) sono una percentuale irrisoria. Che poi questi dati vengano camuffati per fare la solita propaganda popolar-nazionalista è un'altra storia.

Altro Chiudi
Pubblicato il 02/02/2016

in: Milano 2016: lo holter sembra una bomba, e la filippina una terrorista araba

I commenti, ancor più della storia in sé, fanno capire in che clima viviamo. Ostilità, odio, sospetto verso il prossimo. Se non è l'odio sfrenato per il "terrorista" è odio sfrenato per il "razzista". L'importante è scegliere una squadra senza capire di cosa si stia parlando.

Pubblicato il 03/09/2015

in: Perché non condivido le immagini dei bambini morti in mare

In un argomento così complicato non c'è mai un'opinione nettamente giusta ed una sbagliata ma concordo pienamente con quanto dici. Purtroppo viviamo in una società di grandi proclami ad alta voce che vengono dimenticati poco dopo

Pubblicato il 28/07/2015

in: Spugne, ramazze e la tragica illusione che Roma sia «pulita» come Milano

Mi è piaciuto il taglio sul nemico. In effetti è proprio così, e l'idea dell'invasione esterna di Milano, contrapposta al veleno silenzioso autoinflitto ai romani dalle loro stesse istituzioni illustra bene la situazione. Io ricorderei anche l'episodio dei volontari milanesi che hanno cancellato un graffito, realizzato da uno street artist con i bambini del paese perché [...] "il muro era sporto e l'abbiamo pulito". Il buon cuore e il volontariato sono ammirevoli quando portano coesione all'interno della comunità, ma possono diventare pericolosi e incontrollabili se gestiti male.

Altro Chiudi
Pubblicato il 19/05/2015

in: Ogni volta che torno dall'estero, sono sempre più amareggiato per l'Italia

E' una frustrazione che capisco e condivido. Con questi articoli è facile ricadere, o farsi classificare, nelle due casistiche di emigranti con un rapporto di odio o amore per l'Italia, oppure di contestare gli esempi riportati ma è più complicato di così. Vivo all'estero da ormai sette anni e ultimamente sto facendo fatica ad affermare [...] quello che ho sempre sostenuto: l'Italia è perfetta per le vacanze. Il livello di accoglienza in Italia è inaccettabile, sia nei termini di infrastrutture di cui parli, che anche di cordialità delle persone. Trovo tutto molto fragile, incoerente e non garantito. Dalla puntualità dei treni e il funzionamento delle cose, all'applicazione di regole e leggi, che è sempre vago ed aperto ad interpretazioni e ad umori personali. Forse per questo nemmeno una buona amministrazione può bastare.

Altro Chiudi
CARICAMENTO...