Se questo è un uomo. Storia avventurosa di una prima edizione

IL 11 Aprile 2017
19:30
Via Giano Parrasio 15 00152 Roma

A settant’anni dalla prima pubblicazione, una serata sul capolavoro di Primo Levi è in programma a Roma al Bea Cafè, un posto dove chi ha qualcosa di interessante da raccontare trova accoglienza. Scrittori, registi, musicisti, pensatori.

Se questo è un uomo è stato pubblicato nel 1947 dalle edizioni De Silva di Torino, dopo essere stato rifiutato l’anno precedente da Einaudi, che poi lo ripubblicherà con grandissimo successo in seguito. Ma l’eccezionalità di Se questo è un uomo non risiede solo nel suo contenuto. Le vicende editoriali del libro sono a dir poco avventurose: tanto per dirne una, 1100 copie dell’ormai introvabile edizione originale sono state distrutte dall’esondazione dell’Arno nel 1966. Le acque del fiume avevano invaso il magazzino della Nuova Italia, che aveva rilevato per poche lire le copie invendute di De Silva. Neppure la furia della natura ha però potuto lavare la memoria di quel periodo spaventoso della storia dell’umanità (e della disumanità) che va sotto il nome di Shoah e che Levi ha raccontato come nessun altro. Questa sera il giornalista culturale Stefano Ciavatta ci aiuterà a ricostruire la storia di questo libro fondamentale, inserendola al posto che le spetta nel contesto letterario e culturale di questi ultimi settant’anni. Dalle prime 2500 copie, alle oltre 2 milioni e mezzo vendute dall’Einaudi dal 1958 a oggi (per tacere delle immani tirature delle edizioni scolastiche) il capolavoro di Levi continua a parlare a ciascuno di noi. Proprio come fanno tutti i classici.

Come raggiungerci

TAG: Bea cafè, Primo Levi, Roma, Se questo è un uomo
CAT: Eventi, Letteratura

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...