La carta geografica più antica di un paese d’Europa scoperta in Francia

:
13 Aprile 2021

Dal lontano 1900 gli studiosi si stavano scervellando per capire di cosa si trattasse. Ora pare che l’abbiano capito. La lastra di Saint-Bélec (Leuhan, Finistère), scoperta dall’archeologo Paul du Châtellier sarebbe “la più antica rappresentazione cartografica di un territorio conosciuto in Europa”, almeno stando a quanto dichiarato da Clément Nicolas,co-autore dello studio che ne rivela la funzione.

Ecco dunque l’arcano significato di quel blocco risalente all’età del bronzo, che compariva tra i tesori del Museo Archeologico Nazionale di Saint Germain-en-Laye (MAN), che l’aveva acquistata nel 1924. La lastra è lunga due metri, larga un metro e mezzo di larghezza spessa circa quindici centimetri. Pesa da una a due tonnellate ed è completamente ricoperta da incisioni con ripetuti motivi di cerchi, quadrati, tazze ovali o generalmente rotonde. Tutti questi segni sono collegati da una rete di linee decapate.

La lastra di Saint-Bélec fino agli anni ’90 è stata conservata in una nicchia del fossato del castello. Dimenticata a lungo e poi smarrita, è stata recentemente riscoperta nel profondo di una prigione castello-museo. Diciamo che la scoperta è stata quasi casuale, perché nessuno aveva idea di dove essa fosse. Il curatore del museo di Saint Germain pensava di non averla più tra le sue mura. Poi, il team degli archeologi che si era messo sulle sue tracce, ha recuperato informazioni da un agricoltore della zona e da uno dei guardiani del museo. Da informazioni incrociate, si è riusciti a risalire alla sua collocazione.

Contemporanea al famoso disco celeste di Nebra (Germania), la lastra di Saint-Bélec evidenzia la conoscenza cartografica delle società preistoriche.

La lastra è stata sottoposta a letture in 3D ed i ricercatori hanno pubblicato un lungo articolo nel bollettino della Società Preistorica Francese.

TAG:
CAT: Beni culturali

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...