Una nuova scoperta rivela: a Pompei era di moda lo street food

:
26 Dicembre 2020

Pentole di coccio con i resti delle pietanze di quel giorno funesto del 79 d.C., dal capretto alle lumache ed anche una specie di “paella” contenente pesce e carne insieme. E poi ancora vino corretto con le fave e pronto per la mescita. Ed ancora un grande bancone a forma di “L”decorato artisticamente con scene di animali e di nature morte dai colori accesi. I pompeiani erano soliti consumare cibi caldi e freddi all’aperto e le origini dello “street food” è da ricercarsi proprio qui.

Il lavoro degli archeologi non ha conosciuto sosta nemmeno nei giorni del lockdown di Natale, permettendo di recuperare un Termopolio (cioè una rivendita di bevande fredde e calde e di generi diversi) intatto, ulteriore testimonianza della vita quotidiana che si svolgeva a Pompei. Di fronte al Termopolio, nella piazzetta antistante, erano giù state rinvenute una cisterna, una fontana e una torre piezometrica per la distribuzione dell’acqua, dislocate a poca distanza dalla bottega già nota per l’affresco dei gladiatori in combattimento. A un passo dal bancone è stato ritrovato lo scheletro di un cagnolino. All’interno del locale, dotato di secondo ambiente sul retro e di un piano superiore, sono stati trovati i resti di due uomini. Gli esperti al lavoro sostengono che la bottega sia stata chiusa in tutta fretta e abbandonata dai proprietari, anche se è probabile che l’uomo più anziano sia morto durante l’eruzione del vulcano, rimanendo schiacciato dal crollo del soffitto.

Il direttore del Parco Archeologico, Massimo osanna, ha detto che  “si lavora al consolidamento e al restauro della struttura, riposizioneremo anche il balcone”. L’idea è quella di rendere fruibile ai visitatori il Thermopolium già in primavera, pandemia permettendo.

Intanto, oltre alle analisi già effettuate in situ a Pompei, si affiancheranno altre analisi chimiche di laboratorio, per capire in cosa consisteva la dieta alimentare dei pompeiani ed avere notizie sulle loro ricette di cucina.

Grande soddisfazione è stata espressa dal ministro della cultura Dario Franceschini.

Le immagini sono tratte dalla pagina facebook ufficiale del Parco Archeologico di Pompei

TAG:
CAT: Beni culturali

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...