Il gelato Ascierto e le operazioni di marketing territoriale

:
16 Giugno 2020

“Da oggi Solopaca non è più conosciuta solo per il vino ma anche per il dottor Paolo Ascierto, nato a Solopaca”.

Così recita un post lanciato in queste ore sui social, per divulgare l’ultima notizia che riguarda il medico assurto agli onori della cronaca per avere dato una speranza ai malati di Covid-19. Come si ricorderà, il medico sannita, ricercatore all’Istituto Pascale di Napoli, con la sua équipe ha testato gli effetti del farmaco farmaco anti-artritico Tocilizumab su pazienti affetti da coronavirus ricoverati al Cotugno di Napoli. Le sperimentazioni hanno dato buoni risultati sui malati ed hanno dato il via alla sperimentazione ufficiale dell’Aifa, l’agenzia italiana del farmaco.

Per omaggiare Ascierto una gelateria di Solopaca ha creato un gelato artigianale composto da marshmallow con amarene sotto spirito e cioccolato fondente.

Le reazioni sui social sono state sostanzialmente di due tipi: ci sono i sostenitori dell’iniziativa, che riconoscono la creatività dei campani, e quelli che hanno trovato l’iniziativa di cattivo gusto. I titolari, comunque, dicono che il gelato, più che un gusto, è un omaggio fatto col cuore al loro illustre compaesano.

 

Il Palazzo Ducale di Solopaca

Solopaca si trova in provincia di Benevento, a i piedi del maestoso massiccio del Taburno – Camposauro, delimitato a nord dal corso del fiume Calore. Dispone di un ragguardevole patrimonio edilizio fatto di chiese e di palazzi gentilizi, tra i quali spicca in modo particolare palazzo Ducale dei Ceva – Grimaldi (1672), con la facciata decorata a “rinzaffo”, situato sul centralissimo Corso Umberto I. Vi è anche una scuola superiore, un Liceo Economico-Sociale. Terra di vino e di vigneti (Falanghina, Aglianico, Greco e Fiano sono le maggiori produzioni), a Solopaca dal 1966 è presente una Cooperativa agricola tra le più antiche della Campania. La storia tramanda che Gioacchino Murat, generale francese e Re di Napoli, quando assaggiò il vino di Solopaca, si esaltò al punto di paragonare la stravolgente potenza del vino a quella del cognato Napoleone.

Sui social gli estimatori di Ascierto affermano che come medico egli ha fatto grandi cose anche prima di diventare famoso per la sua lotta al Covid-19. Ora questa operazione di marketing territoriale aspira, come è chiaro, a “vendere” meglio il territorio solopachese. Come spesso accade, in questo genere di operazioni, la spinta viene da personalità che si distinguono in qualche campo dell’agire umano. Noi, in questo, non ci vediamo proprio niente di male.

Positiva la reazione dell’interessato, che ha detto: «Sono commosso e onorato»

TAG:
CAT: cibo & vino, macroeconomia

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...