“E siccome lei”, un libro per celebrare l’irripetibile Monica Vitti

:
15 Novembre 2020

Edito da Feltrinelli, “E siccome lei” è un libro scritto da Eleonora Marangoni e dedicato ad una “Donna con la D maiuscola”: l’attrice Monica Vitti, la “fatalona comica”, dalla carriera unica ed irripetibile. Un bel regalo che è arrivato all’attrice il 3 novembre, giorno in cui ha compiuto 89 anni nella sua casa romana, accudita dal marito Roberto Russo e da una badante. Monica è alle prese da anni con una malattia degenerativa simile all’Alzheimer. La sua ultima apparizione in tv risale al 1994, in Domenica in. Il suo vero nome è Maria Luisa Ceciarelli, ma il suo maestro Sergio Tofano, il creatore del Signor Bonaventura, le consigliò di cambiare nome per farsi largo nel mondo dello spettacolo. Popolarissima, italianissima e camaleontica, Monica Vitti dalla fine degli anni Sessanta ha interpretato donne milanesi, sarde, siciliane. Ha girato tre o quattro film all’anno. È stata chiamata ad interpretare Modesty Blaise, la bellissima che uccide. Ha lavorato con attori come Alberto Sordi e Carlo Giuffré, nonché con i più grandi registi del cinema italiano e internazionale, da Monicelli a Scola. Nel 1988 Le Monde commise la clamorosa gaffe di darla per defunta a seguito di un’ingestione di barbiturici, ma lei rispose elegantemente che il prestigioso quotidiano francese le aveva allungato la vita.

Monica Vitti non ha avuto una vita facile. La sua infanzia è stata triste. È stata incompresa in famiglia. Nel suo libro Faccio l’attrice per non morire, la Vitti ha detto: «Quando a 14 anni e mezzo avevo quasi deciso di smettere di vivere, ho capito che potevo farcela, a continuare, solo fingendo di essere un’altra, facendo ridere il più possibile».

Il primo ad accorgersi della sua malattia fu Renzo Arbore, nel 1990. Monica Vitti ha avuto tre grandi amori: il regista Michelangelo Antonioni, il direttore della fotografia Carlo Di Palma e il fotografo e regista Roberto Russo, che è diventato suo marito. Ha deciso di ritirarsi a vita privata per vivere con dignità la sua malattia.

Il libro della Marangoni le rende oggi omaggio, attraverso i tanti personaggi che la Vitti ha interpretato nella sua carriera.

TAG:
CAT: Cinema, Letteratura

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...