Combattenti all’occorrenza?

:
25 Maggio 2019

Impegnata in un tour ricco di tappe dai soddisfacenti riscontri, Fiorella Mannoia nutre in questi giorni l’esigenza di esternare in maniera schietta e trasparente le sue intenzioni di voto per le vicinissime consultazioni Europee 2019.

Ora, la fulva passionaria interprete, pure artisticamente stimabile, è liberissima di esprimere la sua preferenza per il PD in quanto delusa dal M5S, che precedentemente ha sostenuto. È liberissima altresì di regalare persino una sua canzone al partito, la cui tematica principale verte sul nobile valore del coraggio. Libertà prima di tutto, per carità. Legittima anche la facoltà di pretendere pubbliche scuse dal PD per aver costretto tanti come lei a cambiare direzione, sbagliando. Gesti opinabili, più o meno condivisibili, ma comunque rispettabili in un paese dove il tasso di volatilità elettorale assume sempre livelli considerevoli.

Leggendo diversi post extra-artistici sulla pagina di Fiorella, si potrebbe pensare che la delusione nei confronti delle politiche del centro-sinistra scaturisca dall’insufficiente risposta pervenuta alle urgenti istanze delle classi più deboli. Una mancanza di tutela inaccettabile agli occhi di una fedele elettrice sinistrorsa il cui primo voto andò al PCI, senza lasciare mai la rotta che ha visto la fazione politica in questione assumere sfumature in continuo adeguamento ai sentimenti dei tempi storici.

Ci si potrebbe chiedere, tuttavia, come mai la Combattente per antonomasia assuma un atteggiamento apparentemente evitante quando le si manifestano perplessità sul presunto monopolio esercitato dalla società organizzatrice dei suoi concerti.

È noto che la Mannoia, insieme a tanti dei più grandi nomi della musica italiana, venga seguita nei tour dall’organizzazione e dalla rappresentanza della Friends&Partners.
È noto anche che Striscia la Notizia sia molto concentrata sulle segnalazioni aventi ad oggetto il comportamento di tale società, ritenuto accentratore e dominante nel settore. Tale zelo nell’inchiesta potrebbe essere legato a una ricerca spassionata della verità, come per esempio a personalismi poco idilliaci tra Antonio Ricci e Claudio Baglioni, altro artista F&P; non a caso tutto iniziò dall’ultimo Festival di Sanremo, dove sembrava venisse poco rispettata una clausola contrattuale finalizzata a impedire conflitti d’interesse all’interno della manifestazione canora.

Dall’ultimo servizio del telegiornale satirico emerge una vicinanza della cantante alla moglie dell’Amministratore Delegato della F&P, Ferdinando Salzano. Il fatto di per sé non rivela altro che una semplice amicizia quasi scontata fra personaggi appartenenti al medesimo ambiente lavorativo.

La sensazione di amaro in bocca la lascia, però, un certo percepito distacco di Fiorella Mannoia, che prende educatamente i fogli offerti dall’inviato Max Laudadio, esprime solidarietà alla proprietaria di un teatro che pare aver ricevuto offese sessiste e invita chi di dovere a segnalare eventuali ambiguità nelle sedi competenti, concludendo il suo intervento con:
«Non venite dai cantanti, che c’abbiamo già tanti cavoli a cui pensare… Perché venite dai noi?».
Per i più maligni è possibile tradurre la frase anche nel più colorito dialetto romanesco.

È ovvio che da un cantante non ci si aspettano certo indagini, investigazioni, e certosine analisi delle carte. Da un cantante ci si aspetta che faccia il cantante, che lanci dei messaggi, magari attraverso brani musicali; ma sorgono spontanee delle domande, non tanto sulla veridicità o meno di determinate accuse rivolte alla società, ma piuttosto su cosa debba esattamente annoverarsi nei cavoli dell’artista in generale. Un volto della musica che affronta spesso questioni politiche, considera opportuno manifestare le proprie intenzioni di voto, interessarsi alle derive populiste dell’attuale governo, alle delusioni elettorali, ma non ritiene necessario approfondire eventuali, e magari infondatissime, dinamiche tipicamente legate a forme di capitalismo centripeto inerenti l’ambito professionale attraverso cui la propria arte si esprime?

TAG: centrosinistra, combattente, concerti, eventi, f&p, fiorella mannoia, idee, m5s, Musica, Pd, politica, salzano, Striscia la Notizia
CAT: costumi sociali

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...