Quando il Natale fu cancellato dal calendario

:
18 Novembre 2020

Sarà un Natale sotto tono e su questo non ci piove. Si festeggerà con pochi intimi, all’interno delle mura domestiche, senza feste folli o raduni di piazza. Forse sarà l’occasione per recuperare una dimensione un po’ più sentita e spirituale della festa e della propria famiglia. Alberi natalizi pochi e dimessi sulle piazze di tutto il mondo, negozi desolatamente vuoti e vie dello shopping immerse in un deserto metafisico (un servizio del Tg pochi giorni fa mostrava via Condotti e Piazza di Spagna a Roma desolate come mai nella loro storia). Pandemia e fame lasciano l’amaro in bocca e forse poca voglia di impegnarsi nella ricerca di regali fantasiosi ed effetti speciali, quando i problemi cui far fronte sono ben altri.

Il The Conversation, a proposito della soppressione delle feste natalizie, ci ricorda un caso della storia in cui il Natale fu effettivamente cancellato dal calendario. Correva l’anno 1647. Il parlamento inglese aveva vinto la guerra civile in Inghilterra, Scozia e Irlanda e il re Carlo era stato imprigionato ad Hampton Court. La Chiesa anglicana era stata abolita e sostituita da un sistema presbiteriano. Il protestantesimo aveva attecchito ovunque e i 12 giorni di Natale erano stati ritenuti inaccettabili ovunque. Per questa ragione le normali attività dovevano rimanere aperte tutti i giorni, 25 dicembre compreso, gli addobbi natalizi erano vietati e così pure i banchetti e l’utilizzo di bevande alcoliche.

Per tutta risposta in Inghilterra, Scozia e Irlanda la gente infranse allegramente tutti i divieti. La protesta era dovuta al fatto che le persone erano stanche delle difficoltà economiche e delle restrizioni imposte dal sistema presbiteriano e dalle conseguenze della guerra civile.

A Norwich al sindaco fu presentata una petizione per dare il via alle tradizionali celebrazioni natalizie. Lui dovette rifiutare di accettarla pubblicamente, ma ufficiosamente permise tutte le celebrazioni illegali in città. A Canterbury fu giocata la tradizionale partita di calcio di Natale e davanti gli usci delle case troneggiavano cespugli di agrifoglio. A Londra le strade erano addobbate di agrifoglio ed edera ed i negozi erano chiusi, mentre il sindaco veniva aggredito malamente mentre cercava di fare piazza pulita degli addobbi natalizi con l’aiuto dell’esercito. A Kent le forze armate dispersero le folle dei festanti. A Ipswich e Bury St Edmunds nel Suffolk giovani armati di mazze chiodate pattugliavano le strade costringendo i negozianti a restare chiusi. Ci furono disordini dappertutto, con episodi anche drammatici, come quello che capitò a Nowrwich, dove 40 persone furono uccise dalle forze armate. Si trattò di una vera rivolta politica dettata dall’esasperazione della gente e subito captata dai realisti, i quali iniziarono ad organizzare i rivoltosi.

Tra il 1647 ed il 1648 l’Inghilterra visse uno dei periodi più bui della sua storia, caratterizzato da una seconda guerra civile e dalla decapitazione di re Carlo I nel 1649. E tutto partì da una festa di Natale negata. In questo particolare Natale 2020 la polizia di tutto il Paese è pronta ad intervenire per far rispettare le regole. Certo, la pandemia ha prodotto una situazione non paragonabile a quella del 1600, ma è anche vero quel detto che afferma che chi non conosce la propria storia è destinato a ripeterla. Anche oggi la gente è stufa per molti motivi: le restrizioni alle libertà personali, un virus che aggredisce in modo violento e proditorio, le difficoltà economiche, le chiusure di tante attività che tante difficoltà portano con sé. La situazione andrà gestita con molta cautela, rispetto alle legittime aspettative della gente di festeggiare la chiusura di un anno drammatico come questo. Insomma, andrà trovato un compromesso tra la tutela della salute dei cittadini ed altre istanze sociali che si presentano in questo momento storico. Una sfida inedita e interessante. Staremo a vedere.

TAG:
CAT: costumi sociali

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...