Aspettando alla finestra

:
4 Giugno 2017

Aspettando alla finestra della vita che passi il nemico, che passi il tempo dell’inadeguatezza.
Così ho sognato di te questa notte. Un sogno, un ricordo onirico, rimembranza, suggestione.
Un pensiero in bilico.
Forse è proprio quel tempo, vorace subdolo ignaro di sé, a urlare in silenzio la sua sentenza.
Eppure la finestra sei tu, è il tuo sorriso bambino a colorare il grigiore d’istanti sempre uguali.
È quando sollevi dal foglio lo sguardo oberato di troppa realtà, affaticato dal dolore emotivo, a rendere quei pochi minuti così speciali.
Ti appartiene una bellezza che non sai, o sei tu ad appartenerle; che ti avvolge armonica e criminosamente ignori, lasciandola a pane e acqua, consegnandole solo amara indifferenza, o tutt’al più una parola di circostanza.
«Sei criptica a volte» dice la tua espressione interrogativa.
«Che io mi rifugi spesso nei tetri sotterranei dei conventi abbandonati dall’anima è cosa nota. Scendo nelle cripte più desolate e anguste, e difficilmente ne riemergo» ti rispondono le mie parole, più metaforiche, meno ermetiche.
«Gotica, scura, lunare» incalzi. «Io l’adoro, sa?» continui.
E ti volti affondando nell’erba bagnata passi incerti, scalzi. Non distinguo bene cosa stai osservando, forse un bambino attratto dal tuo volto così rassicurante, confortante. Coglie nel tuo animo la sua stessa età, le sue stesse nuvole lievi, colorate, tenui.
La tua voce profonda mi comunica che staresti ad ascoltarmi per ore, che i miei ragionamenti non sono sconclusionati; solo veloci, accelerati, fulminei, che dovresti prendere appunti. E la nostra conversazione inevitabilmente si sfila e si ricuce, si smarrisce e si ritrova.
Non conclude il tuo sguardo, non prova a congedarsi il mio.
«Quando parlo troppo, che sia il suo sorriso a interrompere cavillose analisi, incontinenti monologhi» sussurro al tuo cuore con quel vezzo di darci del lei, che tanto ci rende complici.
Ti adoravo anch’io, da sempre, e ogni volta non bastavano le parole a descrivere la magia esoterica, fiabesca, nel salvifico incontro di due anime sole.

TAG: amore, Anima, finestra, pensiero, ricordo, sentimento, sogno, tempo
CAT: Letteratura

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...