La schedina vincente

:
23 Maggio 2024

Scendo al caffè la mattina presto.
Seduto su una panca, sotto la grande vetrata che da’ sul campo, sfoglio il giornale distrattamente e aspetto il mio cappuccino.
Accanto a me due  avventori sono impegnati in una discussione di cui afferro solo le battute finali.
“Lo sai che non mi passava neanche per la testa che lei mi volesse?” dice quello con lo zaino blu.
“Solo perché sei un deficiente. Noi ce ne eravamo accorti tutti” risponde l’altro.
“Il fatto è che non mi aspetto mai il meglio. Neanche il peggio, a dire il vero. Ma il meglio proprio no. Gioco ogni tanto una schedina del superenalotto, ma non solo non vinco mai, ma escludo che mi possa accadere”
“Che c’entra il superenalotto? Lo consideri la metafora della vita?”
“In un certo senso… Penso che molte delle cose che ci capitano, anche quelle fortemente volute e attese, arrivino anche e soprattutto grazie al caso”
“Teoria del…caso! Forse dovresti evitare di correggere il caffè con la grappa alla mattina presto!”
“Forse mi sbaglio, ma non ci posso far niente, sono fatto così.”
“Cioè molto male”
“Però,  adesso che ho capito che lei mi vuole, mi sembra di avere in tasca una schedina vincente”  ( si batte una mano sul taschino della camicia, come se la schedina fosse lì).
“Attento a non perderla prima dell’incasso, mi raccomando!”

 

TAG:
CAT: Letteratura

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...