Hai idee per un’attività o un servizio a Milano? C’è un negozio che ti aspetta

23 aprile 2019

(contenuto prodotto in collaborazione con Fondazione Housing Sociale)

Avete idee di attività commerciali o imprenditoriali adatte alla vita di un quartiere di periferia e cercate uno spazio a Milano? Se vi muovete, potreste cogliere una grande opportunità. Segnatevi due date: il 30 aprile e il 19 maggio, e poi leggete l’articolo qui sotto che vi spiega perché sono due giorni importanti.

C’erano una volta i negozi, le botteghe di paese o di quartiere. Luoghi di incontro, di scambio, oltre che naturalmente di commercio di beni di prima necessità. Era infatti nelle botteghe che i vicini di quartiere si incontravano, si salutavano, chiedevano informazioni sulla salute o sulla famiglia di qualcuno che “non si vedeva da un po’”. Era anche in quei negozi – una vetrina sulla strada, o al massimo due – che le persone si aiutavano nei momenti difficili, si conoscevano, discutevano delle questioni del quartiere, di vita e di politica.

Lo sappiamo, queste realtà sembrano ormai appartenere definitivamente al passato, mentre si moltiplicano superstore e centri commerciali dentro e attorno alle nostre città, e mentre gli acquisti online paiono destinati a diventare abitudine quotidiana di tutte le generazioni. Ma è davvero così? Il processo è davvero inevitabile? E quali costi comporta in termini di servizi, qualità della vita e sicurezza, per i paesi e per i quartieri, soprattutto per quelli periferici, collezionare negozi sfitti e vuoti che affacciano su strade deserte?

Proprio partendo da queste domande, diversi attori e operatori istituzionali pubblici e privati stanno provando a dimostrare che un’altra storia è possibile, sostenendo idee di imprese commerciali e servizi che potrebbero ripopolare le nostre periferie. È una storia di opportunità, che potrebbe riguardare anche noi o qualcuno che conosciamo. A Milano, ad esempio, da anni l’Amministrazione Comunale è impegnata nello sviluppo di attività produttive e commerciali di nuova concezione. Il Comune ha lanciato i bandi “Metter su bottega” e “Sguardi d’altrove”, e i progetti dei Mercati Animati e de La scuola dei quartieri, che puntano proprio a stimolare le attività commerciali e di servizio nelle periferie milanesi. Questo intento, condiviso con la Fondazione Cariplo, ha dato vita al progetto Lacittàintorno, che insegue la promozione di nuove centralità urbane nelle periferie potenziando il ruolo delle attività sul territorio quale motore di sviluppo ed elemento di coesione e di riconoscimento del luogo e della comunità.

In questo quadro si inserisce anche una recente iniziativa di InvestiRE sgr spa, gestore del Fondo Immobiliare Lombardia, che proprio in questa settimane sta promuovendo un’iniziativa dedicata a nuovi modelli di commercio/servizi. Infatti, da poche settimane e fino al 19 maggio è aperta una Call per chi può proporre servizi e attività innovative che possono inserirsi nei nuovi interventi di housing sociale e collaborativo, realizzati o in corso di realizzazione, all’interno del Comune di Milano. Candidandovi entro il 30 aprile avrete anche modo di prenotare un sopralluogo per vedere gli spazi che si trovano in quattro diverse periferie urbane di Milano e, per la precisione a REDO (quartiere Rogoredo), Urbana (quartiere Crescenzago), 5 SQUARE (quartiere Vigentino) e Borgo Sostenibile (quartiere Figino).

Insomma, c’è una Milano che cerca idee ed è pronta a sostenerle. Adesso tocca a chi le idee le ha o deve farsele venire!

TAG: Fondazione Cariplo, Fondazione Housing Sociale, investire sgr
CAT: Milano

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...