Hoepli, una storia lunga 150 anni

:
8 Dicembre 2020

Il 7 dicembre del 1870, giorno di Sant’Ambrogio, lo svizzero Ulrico Hoepli, figlio di piccoli proprietari terrieri, apriva l’omonima libreria a Milano. Oggi la libreria Hoepli si trova nell’omonima via Hoepli. Libreria internazionale e casa editrice nel cuore della città, la Hoepli vede in testa i tre fratelli: il neopresidente Giovanni Hoepli, la vicepresidente Barbara Hoepli e l’amministratore delegato Matteo Hoepli.

150 anni di attività, di impegno, di amore per i libri, di missione imprenditoriale. L’anniversario cade in un momento storico molto difficile, ma Giovanni Hoepli dice: «Si affronta la difficoltà. Si festeggia l’anniversario adeguandosi ai tempi. Anche se è l’anno della pandemia si va avanti con progetti futuri. Si guarda sempre al futuro, un giorno alla volta».

Una “svizzeritudine” che si esprime in cura del dettaglio, cautela, attenzione maniacale ai conti uniti a grande entusiasmo e passione sono gli ingredienti che hanno decretato il successo di questa realtà imprenditoriale. Una realtà svizzera che si intreccia con la storia d’Italia e di Milano.

La fortuna di Ulrico Hoepli si consolidò a partire dalla decisione di vendere manuali. Durante la Seconda Guerra Mondiale il patrimonio librario fu distrutto dai bombardamenti. Poi c’è stata la ripartenza e l’inaugurazione della nuova sede nel 1958, dove si trova tuttora. Oggi la Hoepli dispone di ben cinque piani della libreria con due chilometri di scaffali e oltre 30 librai specializzati, l’e-commerce e il lancio di un nuovo sito. Per i 150 anni della casa editrice sono stati stampati anche un francobollo celebrativo e un libro su Hoepli. C’è il 20% di sconto sul catalogo e due mostre, una in libreria e una che si farà a Bellinzona, emergenza sanitaria permettendo, con uno slogan: “Creare il futuro oggi”.

TAG:
CAT: Milano

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...