Poliziotti come maiali nel video della nuova canzone di Gianna Nannini

:
17 Gennaio 2021

Purché se ne parli. Nel video della nuova canzone di Gianna Nannini, L’aria sta finendo, dei poliziotti vengono raffigurati come maiali. Nella trasmissione Domenica in condotta da Mara Venier su Rai 1 e in onda il 17 gennaio, la Gianna nazionale, rispondendo alle numerose polemiche che si sono sollevate in queste ore sui social e anche nel mondo politico, afferma: «Sono veramente stupita dal putiferio che è venuto fuori. Si tratta di un’allegoria, non l’ho inventata io. Tratto gli abusi di potere, come lo ha fatto a suo tempo Orwell. E non c’è nessuna divisa di polizia italiana». C’è da sottolineare che il tema dell’abuso di potere da parte delle forze di polizia non è l’unico, ma è proprio quello dal quale è nata una polemica che non accenna a placarsi. Infatti, accanto ai numerosissimi fan della cantante e sostenitori del messaggio che passa nel video in questione, in queste ore la polemica impazza sui canali social della cantante. Sul canale YouTube c’è anche chi ripesca la storia del patteggiamento della cantante toscana a 1 anno e 2 mesi per evasione fiscale. O chi ironicamente scrive: «Cuore a sinistra e portafogli a destra, siccome non se la filano più nemmeno i boomer». Altri trovano il video “inutile”, “volgare”, “vergognoso”, di “cattivo gusto”, una “cagata pazzesca”, “vomitevole” e via discorrendo (alcuni commenti rasentano la querela).

Più indulgenti i commenti sul profilo Instagram della cantante, dove lei stessa ha sentito il bisogno di chiarire il senso del video. La Nannini, infatti, scrive:

Io e il regista Luca Lumaca vogliamo condividere con voi delle riflessioni sul video “L’aria sta finendo”. Grazie a chi capirà che non era nelle nostre intenzioni offendere nessuno.

Il video da me creato per ‘L’aria sta finendo’ di Gianna Nannini non istiga la violenza ma semmai la condanna. Come condanna lo spreco delle risorse naturali e l’inquinamento o la mercificazione del corpo femminile o l’ingerenza dei mass media nell’opinione pubblica o semplicemente la guerra. Andrebbe visto per intero e non giudicato da un fotogramma.

Non c’era nessuna intenzione di offendere le forze dell’ordine, ma solo di raffigurare l’abuso di potere in un elenco di orrori contemporanei della nostra società. Atti brutali e feroci verso persone inermi che semplicemente tutti dovrebbero criticare.

L’allegoria del poliziotto con la faccia da maiale non è certamente inedita e riprende alcuni classici della cultura del novecento, da “La fattoria degli animali” di George Orwell al commissario Winchester dei Simpson, passando per i testi beat degli anni 60, non credevo che creasse ancora scalpore… Oltretutto perché è simbolo non tanto delle forze dell’ordine ma del potere politico repressivo in sé.
Pace, amore ed empatia.

Il riferimento principale della canzone è a Georg Floyd. La canzone può piacere o non piacere, ma una cosa è certa: è difficile in questo momento storico padroneggiare argomenti di critica sociale e per farlo occorre accortezza e stile. La caduta di gusto è sempre dietro l’angolo.

TAG:
CAT: Musica

Un commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. alding 4 mesi fa

    Che la Gianna sia di destra o sia di sinistra non me ne frega niente: fatti suoi ! Ma che faccia la stronza invce non va nè a me nè a tutti gli onesti cittadini. Cacciatela al diavolo, cretina.

    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...