«Nous vous aimons, Madame». Simone Veil 1927-2017

:
9 Giugno 2021

È stata protagonista della vita politica francese per quarant’anni. Prima donna ministro della quinta Repubblica nel 1974, primo Presidente del Parlamento Europeo nel 1979. E molto altro ancora.

Oggi una grande mostra allestita presso il Municipio di Parigi ricorda Simone Veil, nata Jacob (Nizza, 13 luglio 1927 – Parigi, 30 giugno 2017). Otto decenni di una vita eccezionale messi in evidenza attraverso uno spettacolare allestimento con centinaia di fotografie, archivi video e documenti rari. La mostra è ad ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria online. Rimarrà a disposizione del pubblico fino al prossimo mese di agosto 2021. Il titolo prende in prestito una frase del discorso di elogio pronunciato da Jean d’Ormesson quando Simone Veil fu eletta membro dell’Accademia di Francia ed oggi questa frase suona come una vera e propria dichiarazione condivisa da milioni di persone. Prima di diventare un’icona dei diritti umani, la giovane nizzarda fu sprofondata nell’inferno di Auschwitz insieme alla sua famiglia. Aveva solo 16 anni. Suo padre e suo fratello morirono in un luogo imprecisato di questo inferno. Lei, insieme alla sorella, fu l’ultima sopravvissuta alla sua famiglia sterminata. Per tutta la vita portò inciso sul braccio il numero che le avevano assegnato i suoi aguzzini: il 78651. Fu liberata da Auschwitz il 27 gennaio 1945 (attuale Giorno della Memoria in tutti gli Stati dell’Unione Europea). Nel 2009 disse: Ho la sensazione che il giorno in cui morirò, sarà la Shoah quello a cui penserò.

Simone Veil ha incarnato tre momenti cruciali della storia del Novecento: la Shoah, l’emancipazione delle donne e la speranza europea. È stata tra i soci fondatori e Presidente onorario della Shoah Foundation, con sede a Los Angeles.

È morta a Parigi proco prima di compiere 90 anni. È sepolta insieme al marito Antoine Veil nel cimitero del Pantheon. Si tratta della prima coppia di sposi e della prima donna dopo cento anni.

TAG:
CAT: Parigi

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...