Nicola Morra su Iole Santelli: quando la politica perde il senso della decenza

:
20 Novembre 2020

Il presidente della commissione parlamentare Antimafia Nicola Morra, esponente M5S, intervistato a Radio Capital ha detto: «Era noto a tutti che la presidente della Calabria Santelli fosse una grave malata oncologica. Umanamente ho sempre rispettato la defunta Jole Santelli, politicamente c’era un abisso. Se però ai calabresi questo è piaciuto, è la democrazia, ognuno dev’essere responsabile delle proprie scelte: hai sbagliato, nessuno ti deve aiutare, perché sei grande e grosso».

Se è vero che i grillini hanno preso le distanze dalle parole di Morra, una presa di posizione netta, che ricorda i doveri di umanità e di rispetto per chi non c’è più, prima ancora che di correttezza politica, è stata la battagliera giornalista Maria Giovanna Maglie, che in una twitterata afferma:

Quello che sfugge alle carogne come @NicolaMorra63
è che #IoleSantelli ha accettato di fare il governatore quando il covid non esisteva. Avrebbe potuto vivere a lungo se avesse scelto di risparmiarsi, di non lavorare 24ore al giorno E’ morta per la Calabria.

Morra ha detto che le sue parole sono state strumentalizzate dagli avversari politici, ma l’operazione “pezza a colore” non sembra molto riuscita.

Intanto, anche i membri della pagina facebook “La Presidente Jole Santelli Vivrà nei nostri Cuori” in queste ore hanno espresso il loro disappunto per le parole pronunciate da Morra, mentre le sorelle, Roberta e Paola Santelli, hanno dichiarato: “C’è un abisso tra lei e nostra sorella. Jole era una persona educata, sensibile, con grande esperienza ma soprattutto preparata. Riusciva ad avere ottimi rapporti personali con tutti, sempre per il bene della Calabria. Si vergogni come uomo e come politico per ciò che ha avuto il coraggio di dire”.

 

TAG:
CAT: Partiti e politici

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...