Svezia e Coronavirus, il fallimento dell’immunità di gregge

:
15 Novembre 2020

Da quando è iniziata la pandemia leggiamo che in Svezia il governo in carica ha deciso di non adottare nessuna misura di contenimento, contando sulla formazione dell’immunità di gregge. Il vertiginoso aumento dei contagi sta conducendo la classe dirigente a prendere atto di avere messo in campo una politica sbagliata, tant’è vero che il primo ministro, Stefan Löfven ha dichiarato che tutti gli indicatori stanno andando nella direzione sbagliata: «L’infezione si sta diffondendo rapidamente e nell’ultima settimana il numero di persone in terapia intensiva è più che raddoppiato». Vedremo dunque se vi sarà un cambio di rotta nelle decisioni governative. Nell’ultima settimana vi sono stati oltre 4000 nuovi contagi, a fronte dei 500 di inizio ottobre. Allo stato attuale, negli ospedali svedesi ci sono più di mille pazienti affetti da Covid-19, su una popolazione totale di 10 milioni di abitanti. Il direttore dei servizi sanitari e di assistenza medica di Stoccolma, Björn Eriksson, ha dichiarato all’emittente statale SVT che «la situazione è estremamente grave», aggiungendo che è attesa una grande crescita dei ricoveri negli ospedali.

Il The Guardian nel maggio scorso ricordava che in Svezia c’era anche un alto tasso di mortalità nelle case di riposo e che il tasso di mortalità era sei volte più alto rispetto alle vicine Norvegia e Finlandia.

TAG:
CAT: società

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...