Resti umani della Guerra Civile Spagnola ritrovati vicino Granada

:
22 Maggio 2021

Chissà cos’hanno provato gli archeologi quando li hanno ritrovati. Quando, in quella fossa comune, hanno rinvenuto gli scheletri di due persone giustiziate durante la Guerra Civile Spagnola che durò dal 1936 al 1939. I giornali spagnoli scrivono che in quell’immenso silenzio, dove neanche i volatili vogliono disturbare, gli archeologi hanno fatto il loro ultimo delicato sforzo e riportato in superficie i poveri resti che la terra e l’oblio hanno nascosto per 85 anni nel burrone di Víznar, vicino alla città di Granada. Il team interdisciplinare guidato dall’Università di Granada (UGR) che lavora da aprile al rinvenimento dei resti umani in questa zona, stima che i cadaveri siano almeno 400, e chiede ora alle istituzioni di aumentare i finanziamenti per la ricerca, in modo da poter indagare anche in altre fosse presenti in questo sito. Ad oggi, i discendenti di quelle vittime del franchismo chiedono verità. Pare che la ricerca di tale verità sia stata finora a lungo ostacolata, perché, da quelle parti, Franco è ancora vivo.

Vicino al luogo degli scavi fu assassinato il grande poeta Federico García Lorca. Secondo Ian Gibson, il suo biografo, il 16 agosto 1936 il poeta fu arrestato e subito dopo giustiziato ad Alfacar, anche se la data di fucilazione resta oggetto di controversia. Ad oggi non si sa dove si trovi il corpo di Lorca.

Francisco Carrión è il coordinatore di questa importante iniziativa di recupero della memoria e della storia di Spagna, al confine tra l’archeologico e il poliziesco.

 

Foto di copertina: JORGE GUERRERO / AFP

TAG:
CAT: Spagna, Storia

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...