Abilitazione Scientifica Nazionale e fallocrazia

:
11 Luglio 2021

L’ASN, cioè l’Abilitazione Scientifica Nazionale per diventare professoresse e dei professori universitari di prima e seconda fascia, soffre di un evidente squilibrio nella composizione delle commissioni preposte al reclutamento. Il problema è, infatti, che parecchie commissioni hanno una composizione monogenere. L’8 luglio 2021 si è proceduto al sorteggio delle commissioni in questione e quanto diciamo è palesemente vero. Dunque, quanto si verifica nel nostro Paese, contravviene alla normativa sulle Pari Opportunità che ha da tempo riconosciuto l’importanza di una equilibrata composizione di genere delle commissioni di concorso. E contravviene anche alla raccomandazione della Commissione delle Comunità Europee n. 251 dell’11 marzo 2005, relativa all’ equilibrio di genere di comitati di selezione e valutazione.

In queste ore, alcune studiose hanno cominciato a prendere posizione sull’intera faccenda, soprattutto per il fatto che il monopolio maschile in questo settore è in palese contraddizione con le norme e le politiche dell’Unione Europea. Sarebbe necessaria ed a questo punto improcrastinabile una discussione aperta con la Ministra dell’Università, dato che le commissioni concorsuali coinvolte sono ben 190 e continuano a ripresentarsi fatti e decisioni contraddicono ogni principio di parità di genere, ormai affermato a tutti i livelli istituzionali. Come al solito, la crisi colpisce sempre di più le donne, e lo fa anche nel settore accademico.

TAG:
CAT: università

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...