Carlo
Formigoni
BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 08/07/2016

in: Post-Brexit, una nuova missione europea

Ciao Massimiliano. Tanti sono i difetti che l'Unione Europea ha reso evidenti nella sua gestione, tanti gli errori commessi e varie le motivazioni che li hanno generati. Gli Europei hanno pagato forse tanto (economicamente) questi errori ma forse hanno anche evitato guai peggiori o tratto vantaggi, senza notarli. Non dimentichiamo che fino al 2007, sembrava che [...] tutto andasse a gonfie vele e che la crisi post-2007 non la si può certo addebitare all'Unione Europea, all'Euro o ad altri motivi simili: è nata in USA, è stata esportata da noi e certamente non è stata gestita bene da nessuno. Ma, nel caso della BREXIT (e per molte delle situazioni oggi a rischio di emulazione della BREXIT) la causa principale a mio parere è stata la gestione della questione immigrati. Benché io sia favorevole ad una accoglienza umana e cristiana di chi è nel bisogno, sono contrario alla modalità con cui la questione è stata gestita. Insomma, si tratta o no di una questione che inevitabilmente impatta pesantemente sulla vita di tutti i cittadini del vecchio continente? Bene, e chi si è preoccupato di ascoltare le loro ragioni, le loro preoccupazioni, le loro esperienze? Nessuno! Nessuno delle istituzioni sembra essersene occupato; e di fatto, salvo qualche "campo profughi" molto simile a un ghetto (seppur con aria condizionata e cibo a disposizione), tutto è stato lasciato sulle spalle del volontariato che molto ha fatto ma non ha potuto e non può gestire l'impossibile. E qual è il risultato? Vivo nel centro di una cittadina di provincia ma, quando esco di casa per 15 minuti, incontro almeno 10 questuanti di colore più o meno scuro che mi propongono accendini, cd, cose inutili oppure mi chiedono l'elemosina. Sono brava gente? sono delinquenti? Non lo so, ma so per certo che a molti questa situazione da' fastidio e la collegano - a torto o a ragione - alle infinite polemiche a livello europeo che non arrivano mai a gestire concretamente la questione. Il Leave degli inglesi credo sia stato prevalentemente legato a queste motivazioni, oltre ad un certo conservatorismo e orgoglio nazionale. L'Unione Europea - pur nella sua giusta autonomia decisionale di organismo eletto - non può più decidere cose di impatto così diretto, senza ascoltare i cittadini e senza trovare soluzioni che li soddisfino almeno un po'. Buon lavoro. Carlo

Altro Chiudi
CARICAMENTO...