Paolo
Barilli
BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 10/10/2018

in: Le bugie del M5S sul sussidio di cittadinanza

Tutto quello che il signor Fusi scrive, matematica compresa, dice esattamente il contrario di quello che vuol sostenere. Una cosa sola è esatta e lo ammette: questa è una manovra contro il libero mercato. E allora? A lui non piace? Non è la fine del mondo, è solo una correzione del SUO mondo, [...] quello che piace a lui così com'è: totale liberismo! E i risultati si vedono, il 10% della popolazione mondiale è proprietaria del 90% della ricchezza mondiale. E lui sarebbe il furbone...

Altro Chiudi
Pubblicato il 21/04/2018

in: La poesia, lente d'ingradimento sulle emozioni

"...La poesia è corpo errante, non ha una meta, né guadagnato traguardo, non chiede la ragione e il senso dell’esistenza, non invoca una plausibile motivazione logica..." Appunto, la poesia è un "niente", mi verrebbe da dire. Sì, non so leggere la poesia! Tutti abbiamo qualche limite , io ho quello lì. Ma non sono mica [...] triste per questo, no no, anzi, penso che siano poverini i poeti e chi li legge! Proprio per tutte le "qualità" che Titti Ferrante elenca, li penso perennemente incapaci di affrontare la realtà, confusi dalle loro stesse parole, scritte pressapoco a casaccio, e per di più con gran fatica! Ma sì, è colpa mia, sono ignorante e incapace di capire ... No, mi sbaglio, loro dicono di "sentire" , perchè una poesia non si deve capire ma ascoltare... No, lasciamo perdere... divertitevi, cari poeti, non c'è problema, c'è spazio per tutti, anche per me, che non capisco le poesie, ma mi diverto lo stesso "capendo" tutto il resto... anche se non "sento" un tubo quando leggo le poesie. p.s. Devo ammettere una cosa, ci sono poesie che "capisco" anch'io e mi piacciono molto, perchè hanno un senso e un perchè. Eppure sono considerate "poesie" anche loro! Penso di sapere il perchè, ma non importa, quello che penso io... non ha niente a che fare con la poesia . Con tutta la mia simpatia, mi perdoni Titti Ferrante. Paolo

Altro Chiudi
Pubblicato il 25/10/2017

in: Caso Weinstein: quando a parlare è #dauomoauomo

Sono d'accordo su quasi tutto. E adesso spiego il "quasi". E' vero, i soprusi vanno condannati e puniti: tutti, anche quelli solo verbali, insolenti e minacciosi. Il fatto è che esistono i prepotenti e anche i malati mentali. Una società ideale non esiste, e se esisterà non potrà mai esserlo al 100%, ma [...] al 99% forse sì. Forse, e solo se, l'educazione sociale (scuola e morale comune) saranno adeguate. E come possono esserlo se nessuno ne parla? Se si continua soltanto a raccontare di come sono violente le violenze, e di come ci si illude, e di come fanno questi e quelli, e di come è frustrante subire o essere fraintesi, o incolpare i neuroni... Senza mai cercare l'origine, NON patologica, dei comportamenti. Appunto: l'educazione. Perchè fintanto che ... "i maschi si sa... hanno il testosterone abbondante"... " le donne serie non ci stanno subito".... " se si ama , si sa, si è gelosi..", "prima si ama. poi si fa sesso.." A proposito: "il sesso è una cosa sporca". Non lo si dice apertamente, ma lo pensano in molti. E chi lo pensa soprattutto? e quindi lo "regolamenta" rigorosamente? Sì, i cattolici, e anche i musulmani, e gli ebrei, vale a dire la stragrande maggioranza del popolo italiano. E la scuola, e la morale comune, sono "adeguate" a questo fatto. Per cui è colpa delle religioni? Non so, fate voi..... Di sicuro è colpa di una educazione MEDIEVALE.

Altro Chiudi
Pubblicato il 18/10/2017

in: Chi sei?

Signora Valentina, lo dice anche lei... nome e cognome vengono richiesti da FB ma frequentemente elusi poichè ,volendo, si possono indicare dati di fantasia e anche foto di altri. Ovvio che invece, se ci iscrive a una associazione , o a qualsiasi gruppo di persone che non si preoccupano di esporsi e [...] di rischiare la pubblicità (come invece molti temono, anche se non sessualmente diversi ... ) , be' è naturale che in ambito strettamente privato ci si debba "dichiarare" . E sempre come dice anche lei (ma stranamente sempre di ...sfuggita), nessuno ci obbliga all'iscrizione, e comunque alla stragrande maggioranza di chi non ha niente da nascondere... i social sono uno spazio globale per una sterminata moltitudine di individui e associazioni, fra cui poter trovare altrettante occasioni di acculturamento, semplicemente SELEZIONANDO siti e persone. A me sembra così semplice che mi chiedo: ma perchè qualcuno ha sempre paura di qualcosa?

Altro Chiudi
CARICAMENTO...