silvano
de Lazzari
BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 13/05/2021

in: Sette italiani su dieci violano il codice della strada

E' vero, molti non rispettano il codice della strada soprattutto i motociclisti, dai ragazzetti adolescenti fino alle persone di oltre 60 e 70 anni: sono davvero un pericolo pubblico, una banda di incoscienti: Milano, ero arrivato alle strisce pedonali, l'autista del bus Atm mi fa cenno di passare, mentre mi accingo a oltrepassare il [...] bus, un ragazzo in moto con a bordo la ragazzetta regolamentare soprassa il bus proprio sulle strisce, mi sono visto con le ossa rotte, una serie di circostanze ha impedito il disastro e dopo qualche parolaccia all'indirizzo dell'idiota, mi sono avviato al lavoro. Dopo di allora, ho imparato a lasciare passare bus e mezzi ingombranti che ti tolgono la visuale. Comunque, anche le forze dell'ordine a voltenon rispettano il codice stradale senza che abbiano attivato CONTEMPORANEAMENTE sia il lampeggiante sia la sirena: passaggi a semaforo rosso, superamento dei limiti di velocità, per esempio andare a 65 km/h quando il cartello stradale segna 50 km/h. Per quanto mi riguarda cerco di essere un automobilista corretto, mi capita di superare magari di 10 km il limite di velocità, ma solo in zone non abitate, quando in realtà la velocità potrebbe essere a 60 invece che a 50. Alcuni limiti di velocità sono davvero assurdi e imposti senza un vero criterio, a mio parere.

Altro Chiudi
Pubblicato il 03/05/2021

in: Quindi siamo tutti d’accordo, il prossimo leader della sinistra è Fedez?

Come di solito succede da noi, si parte da una questione evidente e si finisce a parlare dell'universo mondo, rendendo inefficace tutto il discorso. Qui abbiamo Fedez (per il quale non nutro particolare simpatia) che la RAI - servizio pubblico - cerca di censurare, pretendendo di farsi leggere in anteprima il testo che poi [...] sarà letto al concerto. Il punto è che in Italia abbiamo un servizio pubblico completamente asservito al potere. Mentre in UK c'è BBC, che criticava aspramente le politiche ultra-liberiste di Margaret Thatcher, e che la stessa Thatcher ammise di non poter farci nulla, di non avere il potere di intervenire sulla BBC. Questa è la differenza fondamentale: non tanto fra RAI e BBC, quanto fra un paese di cialtroni e servi (popolo incluso) e uno libero (pur con le sue pecche).

Altro Chiudi
Pubblicato il 28/04/2021

in: Il caso Grillo e lo scontro politico e morale consumato sul corpo di una donna 

Di questo caso, non ho letto niente se non i titoli dei giornali., quindi non parlo né dell'accusato né della persona vittima di presunto stupro. Perché il punto è proprio questo: la magistratura deve ancora decidere se procedere con il processo o se archiviare il tutto. Ma il can can mediatico si è già messo [...] in moto con relative articolesse e relativi colpevolisti (maggioranza) e innocentisti. Io osservo solo questo: l'accusato è già stato dato in pasto, per "ragioni" mediatiche nonché politiche a un pubblico affamato di lapidazione. Lo trovo barbarico, soprattutto se penso nostra Costituzione.

Altro Chiudi
CARICAMENTO...