Gianmario
Nava
BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 16/05/2019

in: Quel malsano centrismo

Un pedofilo non lo condanni in quanto ha pensieri pedofili ma se agisce da pedofilo. Questo vale anche per i fascisti. Se pensi che qualcuno è personalmente condannabile per quello che pensa o dichiara di essere, pensi da fascista. Se questo semplice concetto fosse al primo posto, in luogo della "lotta e resistenza" per colpire singole [...] persone e singole organizzazioni demonizzandole e non spiegandone mai le negatività "razionali", dando per scontato che sono da eliminare e basta, allora avremmo gli antidoti nella testa di ogni cittadino per fermare il contagio fascista. Invece si usano i manganelli rossi invece di quelli neri. Auguri.

Altro Chiudi
Pubblicato il 16/05/2019

in: Quel malsano centrismo

Parlavo di "retorica" resistenziale non di resistenza. Non fare circolare idee fasciste per proteggere il popolo dal loro contagio mi sembra la premessa al fascismo prossimo venturo, il fascismo si pone sempre come nume protettore del popolo, che lo si faccia da sinistra è francamente orrendo. Fare maturare una vera coscienza democratica basata su responsabilità [...] e rispetto, di fondo e come antidoto nelle singole persone al pensiero e alla prassi fascista, è qualcosa che non vedo nelle corde dei vari Wu MIng, ad esempio, che invece si pongono come manganellatori (metaforici) di liberalismi, capitalismi, fascismi e comunque di ogni diversità rispetto alla loro ortodossia, un "dovete sparire" che mi fa paura. Il libro su Salvini è stupido e ridicolo, Altaforte propaga idee che potrtebbero colpire la libertà, l'autodeterminazione, la autonomia e quindi la vita di tutti. Raimo con la sua bella uscita ha impedito di parlare di questo, si è cominciato a parlare di etichette (fascista, antifascista, lotta, resistenza, ...) e i contenuti pericolosi del fascismo sono stati nascosti nel merito. Io continuo a pensare che la democrazia non è ancora entrata abbastanza sottopelle a troppa sinistra. E da sinistra me ne dolgo.

Altro Chiudi
Pubblicato il 14/05/2019

in: Da De Michelis al socialismo prossimo venturo

"...Taranto e Brindisi, i cui stabilimenti industriali sono diventati killer mortali, mentre all’epoca di De Michelis Ministro delle Partecipazioni statali erano fiorenti e di nostro possesso..." Se sono oggi killer vuoi che non lo fossero allora? Di cosa parliamo? De Michelis ha sfondato il bilancio pubblico con Craxi, non riuscendo peraltro a comprarsi il [...] voto di una quota egemone dei voti degli italiani. Tutta questa lungimiranza non la vedo. "Combat che poi ha portato allo sviluppo del terrorismo islamico." Quindi sarebbe stata la guerra a Gheddafi e alla Jihad islamica che ha generato il terrorismo? Quel Gheddafi che ha finanziato tuitti i terrorismi europei e ha fatto guerra a tutti i suoi vicini costringendo la Francia ad intervenire più volte? Ho capito bene?

Altro Chiudi
Pubblicato il 14/05/2019

in: Quel malsano centrismo

Il problema è chi decide chi è fascista e chi no, chi è da escludere e da cosa e chi no, con quali poteri, conferiti da chi, con quali procedure... Salvini gioisce quando "vince la politica" e in barba ad ogni norma qualcuno può essere escluso da qualsivoglia consesso, aiuto, solidarietà, sussidio, riconoscimento... Non capisco [...] perchè Raimo, dopo avere riconosciuto che il Salore era terreno di scontro di idee - tutte anche quelle di Curcio che dire ambigue è poco - improvvisamente decida che deve cambiare, che si deve includere ed escludere a priori persone, editori e libri sgraditi, pericolosi perfino, invece di battere le pessime idee con le buone idee e ancora di più con le buone azioni. A meno che "militanza", come la chiama lui, sia non già testimonianza, presenza, dibattito, azione positiva... ma chiamare mamma e papà (Regione, Comune, Tribunali....) a mantenere lontane quelle brutte cose che ci spaventano tanto o che ci danno tanto fastidio, che è meglio non vederle e non farci i conti. Perchè se l'Italia ascolta Salvini e CasaPound è perchè i conti col fascismo non li ha fatti, avendo preferito la retorica resistenziale che tutto nasconde (lo dice anche Raimo) e non ha introiettato il rispetto, la democrazia, il riconoscimento dell'avversario, l'autolimitazione, la responsabilità che non cerca sempre capri espiatori, eccetera. Tutti quei valori "liberali" che si butterebbero via spensieratamente purchè a comandare fossimo noi, quelli giusti. Non ho la soluzione, ma quello che è successo, oltre ad essere stato un autogol pazzesco, ha, di nuovo, assolto tutti i sedicenti antifascisti criptofascisti nell'animo. Quelli che cambieranno bandiera non appena sarà conveniente.

Altro Chiudi
Pubblicato il 09/04/2019

in: Commissione banche: solo Paragone può presiederla

Una su tutte: 4-Verificare come le banche hanno utilizzato è gestito i derivati, uno strumento finanziario opaco, che ha prodotto solo danni per risparmiatori, aziende e pubbliche amministrazioni. Non è che se uno non capisce niente di una cosa i cattivoni sono gli altri che non gliela fanno capire. Magari è un cretino lui.

CARICAMENTO...