Fratelli ebrei, come fate a stare con Trump che vuole schedare i musulmani?

19 novembre 2016

Chissà se i trumpisti nostrani si rendono davvero conto di quanto profonda sia la lacerazione che il nuovo Presidente sta provocando tra gli americani. E con rammarico, ma senza eccessivo stupore, registro la presenza tra gli sfegatati seguaci italiani di Donald di un buon numero di correligionari: una realtà ben differente da quella statunitense dove è intorno al 23 per cento la quota ebraica che lo ha sostenuto.

Non a caso pochi giorni fa infatti Jonathan Greenblatt, CEO dell’Anti-Defamation League (ADL), una delle più potenti associazioni ebraiche americane, ha fatto una affermazione che fino a pochissimo tempo (e forse ancora oggi) sarebbe suonata come qualcosa di inconcepibile. Ha detto che se la nuova amministrazione imporrà una schedatura dei musulmani, loro, ebrei dell’ADL, saranno i primi a etichettarsi come musulmani. «Se un giorno i musulmani-americani saranno costretti a registrare le loro identità, allora quello sarà il giorno in cui ogni ebreo orgoglioso del proprio ebraismo si dirà musulmano».

Il popolo ebraico conosce bene dove portino le schedature e le discriminazioni. Chiunque abbia a cuore la lotta all’antisemitismo e al razzismo non può che rendere onore all’impegno preso dai vertici dell’Anti-Defamation League. D’altronde la storia ci insegna quanto rari siano comportamenti così fermi e coraggiosi. E la memoria corre a Re Cristiano X di Danimarca che durante l’occupazione nazista uscì a cavallo da Palazzo portando la stella gialla appiccicata sulla giacca – marchio imposto dai nazisti ai cittadini ebrei. Ma già i trumpisti&simili di casa nostra alla storia non badano poi tanto.

TAG: Donald Trump, Ebraismo italiano
CAT: diritti umani, Religione

4 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. salvatore-clemente 12 mesi fa
    Perché i musulmani praticanti sono la peggiore feccia esistente al mondo! Maometto, oltre a essere un pedofilo (Aisha aveva 9 anni), è stato il più spietato assassino di tutti i tempi, peggiore persino di Hitler, perché aveva dalla sua parte la convinzione o il pretesto di godere dell'approvazione di Allah, esattamente come oggi i terroristi dell'isis. L'islam non è affatto una religione di pace come vogliono farci credere, al contrario è una filosofia di vita infarcita di fanatismo per la conquista e la sottomissione di tutti gli infedeli alla legge di Allah, anche attraverso mezzi pacifici come la potenza demografica per ribaltare le maggioranze politiche di una nazione e arrivare facilmente al potere. Per verificare queste affermazioni basta leggere un buon libro di Storia delle Religioni e studiare la nascita e l'espansione dell'islam
    Rispondi 0 3
  2. elefante-verde 12 mesi fa
    Non la pratica religiosa, bensì semmai l'ortodossia cieca; non è un 'esclusiva della religione musulmana.
    Rispondi 0 0
  3. lazzaro 12 mesi fa
    Cominciamo col dire che peggio di Hitler non c'è mai stato nessuno nella Storia. Nessuno aveva usato mai quel modo orrendo e programmato per uccidere un così alto numero di esseri umani.
    Rispondi 0 0
  4. alding 12 mesi fa
    Caro lazzaro, forse sarebbe il caso che tu ti informassi meglio su Stalin (22 milioni di vittime) e su Mao (60 milioni di vittime). Ritengo che ogni schedatura debba essere considerata una azione incivile. Ritengo altresì che ogni mancato intervento contro gli estremismi (di ogni orientamento, incluso quindi quello islamista) che portano ad eliminare innocenti e a destabilizzare la società cosiddetta civile sia, oltre che una superficiale ingenuità, anche un vero e proprio delitto di chi manca ai propri doveri di politico.
    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...