Salvini, Creonte e il “tiro dritto”

:
10 ottobre 2018

Impara dalla storia, si dice. Ma che te lo dico a fare?

La tragedia greca nasceva, insieme alla Polis, anche per mostrare, capire, insegnare, riflettere sui meccanismi dello stato e della comunità. I greci, con Pericle in testa, andavano, vedevano, e imparavano. C’è un concetto che torna spesso nella tragedia: è quello di Hybris. La Treccani traduce questa parola con tracotanza, superbia, “ostinata sopravvalutazione delle proprie forze”. Ecco, l’ostinazione è quella tendenza umana che provoca tragedia.

La faccio breve riassumendo un esempio. Quando Antigone sfida Cronte si trova di fronte un tiranno legittimo (oggi diremmo eletto), e alle ragioni del diritto “positivo”, oppone le ragioni di un altro “diritto”, forse più antico e umano. Creonte non ascolta. Creonte tira dritto. È convinto di sé, ha la legge dalla sua, anzi di più: è lui la legge! Badate bene: se pure Creonte è legittimato a fare quel che fa, ossia le sue decisioni, le sue condanne sono – diremmo oggi – previste dal codice, pecca di superbia. Pensa di essere al di sopra del diritto degli Dei, del principio di diritto umano portato da Antigone.

Creonte non ascolta, non si confronta. Non ascolta neppure Tiresia, il veggente, lui che sa leggere il futuro e che gli raccomanda moderazione, comprensione, una attitudine più sensibile al contesto. Creonte no, lui è un “tirodritto”.

Ed ecco la tragedia, la fine violenta di tutte le cose, l’ineluttabilità del precipizio. Si potevano evitare tutti quei morti? Forse sì, sarebbe bastato ascoltarsi, parlarsi, provare a capire. In fondo è questo la democrazia, è dialettica, discussione. La tragedia greca ce lo ricorda continuamente. Chissà, forse potremmo aggiornare la Treccani e tradurre hybris con tirodritto. E mi pare che questo tirodritto non sia una gran soluzione.

Non sempre l’irremovibilità è una dote, anzi. Lo dico sommessamente: i tanti “me ne frego”, i vari “tiro dritto”, la convinzione che “il popolo è dalla mia parte” non mi sembra che abbiano portato, in passato, a grandi esiti. Lo sapevano i greci. Lo capirà anche Salvini?

TAG: Antigone, Creonte, matteo salvini, Tiresia, Tirodritto, tragedia greca
CAT: Governo

2 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. cincinnato 2 mesi fa
    Dotta citazione, bel panigirico. Solo una grinza, usuale di questi tempi. Il Matteo destinatario della domanda può essere Renzi certamente tracotante e zeppo di sè. Non a caso detto “divisivo” anche a sinistra. destinatario dell’ultima domanda posta, meglio può essere il Renzi,
    Rispondi 0 0
  2. colonnello 2 mesi fa
    concordo con Cincinnato, Salvini mi sembra più un Ottaviano, per paragonarlo alla nostra storia e non alla Greca, dove si è trovato ad affrontare un Antonio decaduto e invischiato nelle più tragiche delle trame, dove qualcuno,Renzi ,si è creduto già imperatore non sapendo che il basamento di bufale si sarebbe sfaldato, e così è stato. Tirare Dritto significa anche non guardarsi alle spalle ,non curarsi di quelli che denigrano e continuare per il lavoro fatto e da fare, Avanti Salvini l'ITALIA è sicuramente con te
    Rispondi 0 2
CARICAMENTO...