Abbiate pazienza gentili denigratori, siamo anche maestri del pernacchio!

:
9 Aprile 2020

Con un automatismo perverso quanto puntuale, il Sud, in questo frangente, è preso di mira dalle battutine sciocche delle signore e dei signori di una certa comunicazione, che nella sua limitatezza sconcertante distribuisce finanche dosi di meschinità, oltre a dimostrarsi linearmente imparziale e coerentemente sleale.

Comincia “Striscia la notizia”, il telegiornale dalle intenzioni satiriche e la sostanza demenziale: mostra un’irriverenza del tutto gratuita nei confronti del dottor Ascierto, trasformando ad arte, si fa per dire, quello che a tutti era sembrato un atteggiamento signorile e composto di fronte  all’intervento polemico e rancoroso del dott. Galli, primario dell’ospedale Sacco di Milano. E, si ha che l’educazione gentile del medico napoletano viene narrata come imbarazzo e incapacità di replicare.

Subito dopo, Barbara Palombelli rafforza la linea, asserendo candidamente che al nord “ci sono più contagiati perché la gente è ligia ai doveri e va a lavorare”. A dare continuità al filone è niente di meno che Lucia Annunziata, giornalista smaliziata e di lunga carriera, che non si avvede di una fake news e, quel che è peggio, la rilancia in diretta per parlare di assenteismo all’ospedale Cardarelli di Napoli. Naturalmente, l’assenteismo, nella fattispecie, alla prova dei fatti non si rivela cronaca, ma losco astrattismo da scrittori di notizie false.

Non è finita mica qui? Enrico Mentana, per non essere da meno twitta: “A Napoli c’è anche un’eccellenza”, riferendosi al Cotugno, celebrato dalla stampa internazionale per la sua organizzazione funzionale e all’avanguardia nell’emergenza della pandemia in corso. Quella del direttore del tg de La7 è una frase che non ha bisogno di essere approfondita per comprenderne il pregiudizio pesante nei confronti della città partenopea.

L’ultima gaffe, tanto per utilizzare un termine quasi carino, è della signora Merlino, anche lei affermata giornalista, che, ovviamente, neanche si rende conto del significato più intimo, ma chiaramente inequivocabile, di quello che riesce a dire commentando il servizio di Sky UK in merito all’efficienza del Cotugno : “Per me è incredibile, perché non ci aspettavamo che l’eccellenza arrivasse da Napoli“. L’aggravante è che quest’ultima pare sia napoletana.

Che dire, ritengo inutile fare qui l’elenco delle eccellenze che hanno dato ancora più lustro a Napoli e alla nazione. Mi limito a citarne solo una, che le persone qui prese in considerazione dovrebbero conoscere bene, non fosse altro per il fatto che avranno svolto un corso regolare di studi. Penso a Benedetto Croce, secondo cui, tutto sommato, “Non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini. Abbiamo solo bisogno di più gente onesta”.

 

 

TAG: ascierto, costume, enrico mentana, La7, napoli, sky Uk
CAT: consumi

2 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. vincesko 8 mesi fa

    Se i meridionali – e io lo sono, e abito al Sud – avessero più autostima, si farebbero una risata e risponderebbero a tono, citando numeri e fatti. Ed invece, avendo una bassa autostima e una lunghissima coda di paglia, sono permalosissimi, e difendono anche l’indifendibile. PS: Ho riscontrato che perfino persone colte e teoricamente corazzate, ma vissute sempre al Sud, hanno la medesima reazione.

    Rispondi 0 0
  2. vincesko 8 mesi fa

    La stessa cosa succede agli Italiani quando ricevono le critiche dai furbi Tedeschi.
    Lettera a Die Welt su un suo articolo mediocre sull’Italia a tinta unica e dominata dalla Mafia https://vincesko.blogspot.com/2020/04/lettera-die-welt-su-un-suo-articolo.html

    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...