Fare il Sindaco di Roma non è come aprire un bar

:
16 Febbraio 2016

La cosa più inquietante del casting 5 Stelle a Roma è che ci sono oltre 200 persone convinte di poter fare il sindaco della Capitale.

Tempo fa, scrissi su queste pagine un articolo per sottolineare l’aspetto “rivoluzionario” di una rinuncia: quella di Bruno Vespa, tirato in ballo da Gasparri come possibile candidato del centrodestra. Vespa rispose: “grazie, onorato, ma non ne sarei capace”. Questa risposta è rivoluzionaria perché in un’epoca di delegittimazione dell’intera classe politica e di orizzontalizzazione dei rapporti tra politici e cittadini (specie a causa dei reality e dei social media), tutti sono convinti di poter sostituirsi a Renzi, a Marino, a Pisapia.. In realtà, quasi tutti. Io, ad esempio, dico chiaramente che non ne sarei capace. E lo dico perché, come Vespa, so di cosa parlo, avendo vissuto per 5 anni a fianco di un Sindaco di Roma.

Cosa spinge allora oltre 200 cittadini romani a candidarsi a sindaco? L’ignoranza. Non nel senso che siano illetterati, ma nel senso che non conoscono minimamente cosa comporti fare il sindaco di Roma. Sono ignoranti come lo sono io in fisica quantistica o in storia delle religioni.

“Chi lo conosce lo evita”: chi sa cosa significhi, quasi sempre sta alla larga. Non a caso i partiti “tradizionali” hanno sudato sette camicie per trovare un candidato, mentre nel Movimento 5 Stelle c’è letteralmente la fila.

La personalizzazione  (e la banalizzazione) della politica ha creato un’illusione ottica devastante. Alemanno e Marino sono usciti male dalle rispettive gestioni e nell’opinione pubblica è passato il messaggio per cui sono due “buoni a nulla”. Ergo, diversi cittadini pensano, convintamente: “io sono senz’altro meglio di Alemanno e Marino, per cui posso fare il sindaco di Roma”. Questo è un errore prospettico enorme e con conseguenze preoccupanti. Il ragionamento – se proprio vogliamo elevarlo a ragionamento – andrebbe rovesciato: come mai Alemanno (ex ministro, politico da quando aveva i pantaloncini corti, con un grande partito alle spalle) e Marino (sostenuto dal partito che ha governato Roma per 4 consiliature) hanno fallito? Come mai persone non sprovvedute – né politicamente, né sotto il profilo della conoscenza delle istituzioni – e con una classe dirigente intorno (buona o cattiva che fosse) sono state tritate dall’esperienza da Sindaco di Roma? Perché, di conseguenza, dovrei riuscirci io? Nessuno si pone questa domanda.

Nell’era della tuttologia imperante, tutti sono convinti di poter fare tutto. E la complessità è così drammaticamente semplificata da sparire completamente nella percezione dei cittadini. Fare il sindaco di Roma è come aprirsi un bar. Anzi anche più semplice, perché non c’è il rischio di impresa…

Sarebbe bene pubblicare una “settimana tipo” del sindaco di Roma, uno screenshot dell’agenda di Alemanno e Marino anche solo per dare un’idea di cosa significhi ricoprire quel ruolo. Sareste tutti in grado di incontrare quasi quotidianamente ambasciatori, capi di Stato, sindaci, autorità religiose, rappresentanti del mondo imprenditoriale, del commercio, del turismo, della cultura, della scuola, dell’università, sindacati, associazioni di quartiere, rappresentanti dei cittadini, società private che vi propongono progetti e soluzioni, e intanto andare in TV, fare interviste, twittare, postare, confrontarvi con la maggioranza e l’opposizione in Consiglio comunale, organizzare eventi ecc., sempre con i riflettori puntati addosso? Sapendo sempre cosa dire e come dirlo? E, soprattutto, sapendo sempre cosa fare e come farlo? Il tutto con una pressione e una tensione nervosa che abbatterebbe anche un toro e senza conoscere minimamente una macchina da 60 mila dipendenti, che gestisce un territorio grande 9 volte Milano e con 4 milioni di city users?

Se davvero vi ritenete in grado, complimenti. Per l’autostima e per la fiducia nel vostro sistema nervoso, soprattutto.

Io sono stato dirigente 5 anni nell’amministrazione di Roma. E credo di avere una conoscenza della politica e dell’amministrazione almeno decente. Studio la politica da 20 anni, ho scritto 6 programmi elettorali e ho fatto da consulente politico in 6 campagne elettorali a tutti i livelli, ho lavorato a fianco di segretari di partito, ministri, parlamentari italiani ed europei e sindaci di Roma.

Se qualcuno mi chiedesse: avresti fatto meglio di Alemanno e Marino? Risponderei di no. Senza alcun dubbio. In compenso probabilmente sarei finito sul lettino di uno psicanalista.

Ciò premesso, in bocca al lupo. A tutti noi.

TAG: beppe grillo, bertolaso, elezioni, Ignazio Marino, Marchini, movimento 5 stelle, partito democratico, Roma, silvio berlusconi
CAT: Partiti e politici, Roma

5 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. stefania-castelli 5 anni fa

    Bravissimo. D’accordo al 100%….. purtroppo, però, la nostra posizione realista, prudente e non urlata non è popolare nell’Italia di quest’inizio millennio….

    Rispondi 1 1
  2. evoque 5 anni fa

    Visto quanto combinato dalle due ultime amministrazioni, direi che fare il sindaco di Roma non è come aprire un bar ma un’altra attività che comincia sempre per b…
    P.S. Mi auguro che vincano i cinquestelle così ce li togliamo di torno per sempre, considerata la loro inadeguatezza, dimostrata ripetutamente.

    Rispondi 0 1
  3. claudio-lapini 4 anni fa

    Mi piacerebbe sapere cos’ha la Raggi meno di Marino e Alemanno, forse il pene che però abbonda al posto della testa di tanti.

    Rispondi 0 1
  4. brunoge 3 anni fa

    Si sapeva che a Roma tutti con in testa il PD avevano fatto un disastro ma onestamente sono riusciti a fare un apocalisse! e adesso vengono pure a commentare affiancati da giornalistucchi da 4 soldi. Dovreste solo vergognarvi e se foste uomini avreste un minimo di collaborazione per Roma per i cittadini, PAGLIACCI !

    Rispondi 0 0
  5. brunoge 3 anni fa

    Lei nomina Allemanno e Marino ( 2 somari ) e dimentica Veltroni e Rutelli che sono tra gli ideatori dello sfascio romano. Lei e un giornalista di parte e non le portera fortuna!

    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...