Giuseppi hai “scapellato”

:
12 Aprile 2020

Dunque, Giuseppi non giriamoci troppo attorno, la conferenza stampa di venerdì 10 l’hai scappellata. Perlomeno nella seconda parte quando han visto tutti che ti è uscita la carogna! Con quel ditino puntato contro quei due (che io non nomino per non cadere nel tuo stesso errore) sembravi un maestro qualsiasi davanti alla classe. E per carità guarda che umanamente ti capisco. Dai una volta, dai due, dai tre e uno sbotta. Me lo dice anche il mio medico di non trattenere sempre perché poi somatizzo. Ma santo Dio, chiama in ufficio l’Azzolina, ti sfoghi con lei, le fai un cazziatone e finita lì. Non saprà niente nessuno e magari la prossima volta che va da Fazio evita di imitare la Guzzanti. Ma così, a rete unificate, dallo scranno presidenziale no. Ma per carità non per quell’altra “pippa” sul ruolo Istituzionale, sull’assenza del contraddittorio, sulla sacralità delle opposizioni. Ma no! È che la contingenza del periodo emergenziale li aveva messi in sordina. Certo, sbraitavano sul Mes, ma la vita va oltre le grida di Giordano su Rete Quattro. Siamo tutti qui stretti “a coorte” ad aspettare l’avvio della fase due. Quello è solo il circo mediatico, mica la vita reale. Li hai visti gli indici di gradimento, no?! Stai assumendo una fiducia ed un consenso importante. Funziona così nei momenti di crisi. Le persone quando hanno paura tendono a cercare la protezione in una figura autorevole. E al di là dei tuoi meriti, il ruolo che ricopri ti sta conferendo questa affezione. Sta capitando a tutti i leader europei, dalla Merkel a Macron sino addirittura a Boris Johnson. Figurati! È un meccanismo umano che va al di là del bene e del male. Ma poi bastava che ti guardavi attorno. Prendi Roberto Speranza, Ministro della Salute. Insomma, siamo in un momento complicato, drammatico, eppure anche lui sta dignitosamente attraversando il guado. E non è mica facile con quel cognome, con quell’espressione che si ritrova, con l’incarico che ricopre! Metti assieme tutto e ti trovi davanti un triplice ossimoro. Che Speranza quando è allegro sembra uno che ha appena scoperto che la moglie lo tradisce con la sorella. Ma anche lui se la sta sfangando più che egregiamente. E allora, tutti sti segnali ti dovevano pur dir qualcosa! Hai il consenso dalla tua, il Parlamento è praticamente chiuso, anche mia mamma ha finito di chiamarti Conti, e alla fin della fiera Giuseppi è un errore di pronuncia che ti dona anche! E invece no, ti sei fatto prendere dalla foga. E pensare che sarebbe bastato un Rocco qualsiasi del Grande Fratello per metterti in guardia sul fatto che se parli di qualcuno, magari a bordo piscina o mentre lavi i piatti, con una telecamera accesa, gli stai fornendo l’assist per conquistarsi il suo spazio, la sua rivincita, il giusto diritto allo sproloquio. E così uno ha chiamato il Presidente scapigliato, l’altra ha preteso il diritto di replica e oggi che è Pasqua tutti i quotidiani son lì a disquisire se hai torto o ragione. Hai “scappellato” Giuseppi.

 

 

TAG: coronavirus, governo, politica
CAT: Governo, Media, Partiti e politici

3 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. evoque 6 mesi fa

    Io la vedo diversamente: Salvini e Meloni ormai sono credibili solo per gli irriducibili.La stragrande parte sa che sono dei buoni a nulla, degli assenteisti e dei bugiardi patentati. L’altro giorno l’assenteista Salvini stava facendo una diretta Fb dal balcone di casa sua a Milano.Nel silenzio irreale- per Milano – dato dall’assenza di traffico si è udita nettamente la voce che da un altro balcone urlava all’ex capitano (sembra un millennio fa…) queste testuali parole: “Matteo, sono tutte stronzate!”. Ecco questa è la sua credibilità. Che possiamo allargare anche alla Meloni. Ne cono certo.

    Rispondi 0 2
  2. napoli12650 6 mesi fa

    Conte ha fatto benissimo.

    Rispondi 0 1
  3. napoli12650 6 mesi fa

    Conte ha fatto benissimo.

    Rispondi 0 1
CARICAMENTO...