Ottusa e oltranzista

:
22 Luglio 2020

Lo chiamano tutti il Caffè Rosso perchè ha una vistosa insegna rossa.
Ci vado spesso al mattino.
La barista è simpatica ed è sempre in gran forma.
Anni fa frequentavamo la stessa palestra.
Ho grande ammirazione per quelli che, tenendo le gambe dritte e perfettamente rigide, si piegano fino a toccare con le palme delle mani il pavimento.
Ci vuole costanza per arrivare a quel risultato : molta di più di quanta ne sia servita a me per leggere tutti i volumi della Recherche.
Ma torniamo al bar.
Stamattina, proprio mentre bevevo il caffè, sono entrate due tizie sui quarant’anni.
Ecco cosa si sono dette:

– Cosa ti ha detto il capo?
– Che sono ottusa e oltranzista!
– Perchè?
– Dice che quando mi fisso con una cosa non la smetto più di piantare il chiodo!
– Ma di cosa stavate parlando?
– Ma niente… Parlavamo di un progetto che stiamo seguendo insieme da molto tempo. Un progetto per il quale avevamo trovato  un bel po’ di soluzioni innovative…
– Embè?
– Embè, ieri sera lui mi ha detto che aveva parlato del progetto con il cliente, accettando diverse correzioni, che di fatto cambiavano il senso della cosa che avevamo pensato. Gli ho detto, forse con troppa troppa foga, cosa pensavo della sua calata di brache. È  a questo punto  che lui mi ha definito ottusa e oltranzista!

– E quando lui ti ha chiamata così come hai reagito?

– Gli ho tirato in faccia un pacco di fette biscottate che stava sul tavolo!

TAG:
CAT: Letteratura

Un commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. uldio-calatonaca 3 settimane fa

    e vorresti un commento ?

    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...