Tu che ballerino sei?

:
18 gennaio 2019

“Da che mondo è mondo esiste il problema dell’accoppiamento”.

Mi fissa con aria sorniona, poi sorride. Quando lo fa sembra un’altra persona, perde di colpo l’aria austera, quasi professorale, che  si porta appresso.

Lo guardo con aria interrogativa, cercando di mostrarmi interessata.
È la prima volta che ci vediamo e qualcosa mi dice che sarà anche l’ultima.
Distinto è distinto, pure troppo. Ma nel sito diceva di avere 60 anni, mentre si vede benissimo che i 70 non li aspetta più.

“Quasi mai”, riprende, “l’accoppiamento è giudizioso, per citare Gadda. Bisogna riflettere a lungo, prima di scendere in campo alla conquista di un’altra persona. Non così a lungo da mettersi però nelle condizioni di essere scavalcati da qualcun altro più veloce di noi.”
Io, in tema di accoppiamento”, dico a quel punto, “sono proprio una frana. Non so decidermi. Quando ero più giovane potevo almeno sperare nel colpo di fulmine…”
Ride apertamente: “Quello ti può capitare a qualsiasi età!”.
“Difficile che mi capiti con te!”, penso mentre gioco nervosamente con la tazzina dei caffè che ho appena bevuto.

“Comunque”, dice, “fai bene a riflettere, ad essere prudente. Molti si buttano troppo in fretta, senza riflettere e fanno malissimo. Sono quelli che io chiamo “piante carnivore”: ci provano con chiunque entri nel loro raggio d’azione.
E’ una sorta di riflesso condizionato, una reazione pavloviana.”
L’immagine della pianta carnivora mi diverte .
“Le piante carnivore”, rispondo, “hanno dalla loro la statistica. Prima o poi, a forza di provarci con chiunque, il problema dell’accoppiamento lo risolvono!”
“A volte mi sembra di stare in una sala di tango” sentenzia lui.
“In che senso?”
“Beh, c’è quasi sempre un numero ridotto di ballerini maschi o di ballerine femmine : quelli veloci ballano sempre, quelli più timidi rimangono ai margini della pista.”
“E tu che ballerino sei?”
“Non so se si è capito, ma io sono per la via di mezzo, non voglio lanciarmi freneticamente in ogni direzione, ma nemeno restare ai bordi della pista tutta la sera.”
Gli sorrido. Ma tra me e me penso: altra serata persa…

TAG: lezioni di tango
CAT: Letteratura

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...