Il MoVimento eversivo

:
13 maggio 2016

Volete voi, cittadini romani, milanesi, italiani essere governati da uno “staff” anonimo che tra Milano e Genova intima ad un rappresentante del MoVimento eletto nelle istituzioni della Repubblica di subordinarsi alle regole discrezionalmente decise dalla Casaleggio Associati?

La democrazia partecipata del MoVimento 5 Stelle si risolve in uno “staff” selezionato da un’agenzia di comunicazione milanese che conferisce a boh! il potere di prendere decisioni, non in nome ma in luogo del popolo sovrano. La Casaleggio diventa il decisore supremo cui i 5 Stelle che si candidano o stanno già nelle istituzioni repubblicane hanno conferito il potere di sovvertire le regole delle istituzioni della Repubblica.

Il MoVimento 5 stelle è una entità a-democratica, estranea ai vincoli ed alle garanzie che governano il regime repubblicano. Estraneo alla democrazia il MoVimento 5 stelle lo è al punto da ignorare ruolo, funzioni ed autonomia delle istituzioni, arrivando a sovvertirli a beneficio privato ed esclusivo di uno “staff” non eletto, dunque non responsabile innanzi a nessuno; e non istituzionale, dunque non responsabile nemmeno di fronte alla legge.

I candidati 5 stelle a Roma e Milano – Virginia Raggi e Gianluca Corrado – se venissero eletti non risponderebbero alla legge ma allo “staff” del MoVimento. Comanda Casaleggio, e comanda senza possibilità di scrutinio, di pubblica verifica, di contrasto democratico all’ordine privatamente impartito. Questo non è un pericolo potenziale. Questa è la realtà del MoVimento 5 Stelle. E questa realtà si chiama – tecnicamente parlando – eversione.

L’eversione è una forma violenta di sovvertimento delle istituzioni democratiche. La violenza si esercita in forme diverse – con la calunnia ad esempio. Il blog di Beppe Grillo serve a quello. Si esercita anche con la coercizione: la stipula dal notaio del contratto con i candidati del MoVimento, contratto che comprende anche la cauzione in caso di cambiamento di idea da parte dell’eletto – atto legalmente illegittimo ed impugnabile davanti a qualunque tribunale. E tuttavia atto estorto ai candidati del MoVimento che già in questo loro rappresentarsi come ‘portavoce’ piuttosto che “voce”, denunciano il loro essere dei portatori di voce – dunque di interessi – altrui. E questa voce e questi interessi non sono quelle dei cittadini romani, dei milanesi, degli italiani. Non è la legge. E’ la voce e l’interesse esclusivo del’erede della Casaleggio Associati.

Il forcaiolismo manicheo, le piazzate “onestà, onestà”, sono la parte più innocua del MoVimento eversivo. La parte pericolosa è che i voti e la buona fede dei molti viene carpita ed usata a vantaggio di uno. Uno solo. Un privato cittadino che legittimamente fa impresa privata ma che illegittimamente attraverso la propria organizzazione a fini di lucro punta a sovvertire le istituzioni democratiche della Repubblica Italiana.

Siamo tutti Pizzarotti. Ma lo siamo sul serio.

@kuliscioff

TAG: casaleggio, Grillo, movimento 5 stelle, Pizzarotti
CAT: Partiti e politici

2 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. beniamino-tiburzio 3 anni fa
    Cara Simona Bonfante, io spero vivamente che lei abbia ben presente che l' eversione è uno dei modi con i quali si cambiano i sistemi politici. L' eversione non ha bisogno di essere accettata o respinta. E' un fatto naturale politicamente neutro. E', quindi, ozioso far ricorso, addirittura, a categorie moralistiche come i concetti di bene e di male. Ho sempre sostenuto che l' eversione è una forza che si deve sempre " scontrare " con altre forze : Carabinieri, Marins, Eserciti vari ecc. Chi vince comanda ed organizza il sistema statale che vuole. C'è un solo piccolo particolare : ogni organizzazione eversiva ha poco tempo per vincere. Il M5S ha perso 7 giorni dopo le elezioni. Ora è un partito politico come tutti gli altri. Ho sempre detto che il partito dell' Astensione dal voto è molto più efficace nel tempo, a patto che cresca sempre da una elezione all' altra. Per altro verso il Movimento Carbonaro sovversivo del secolo lXX° era fatalmente destinato a vincere in Italia, perché era sostenuto da Francia, Inghilterra, Massoneria e Intellighenzia. Ciò dico da studioso, in senso esclusivamente tecnico, da non " tifoso ", tanto per capirci.
    Rispondi 0 0
    1. kuliscioff 3 anni fa
      Grazie del commento. Preziose considerazioni
      Rispondi 0 0
CARICAMENTO...