Oriana Fallaci. Riesumare il “nulla”

:
17 Novembre 2015

Ora, il turno della riesumazione storica del pensiero della Fallaci (1).

E parto dai tanti “se fosse…”

Se fosse ancora viva, Le direi che ha elegantemente sbagliato. Le direi questo con massimo rispetto.

Se fosse ancora viva, Le chiederei di scusarsi perché la tesi della guerra di religione è futile. Perché il suo dovere era quello di analizzare le responsabilità e sbrogliare questa lunga matassa di conflitto. Perché, semplicemente, non si risponde ad odio con odio, perché serve cautela e lucidità se si vuole costruire “formazione di una coscienza critica civile diffusa”.

Ammettere che vi sia in atto una sorta di crociata è un qualcosa di anacronistica, visto che il punto non è la conquista della Terra Santa verso l’Occidente.

Se fosse ancora viva, Le chiederei di scusarsi perché “sei stata a fianco dei potenti e dei poteri, hai lavorato per i loro giornali, li hai intervistati, dunque non potevi non sapere che le guerre di religione non sono mai esistite”.

Qualcuno diceva che la religione è “l’oppio dei popoli” e come tutte queste pratiche “estremiste” può essere usata dal potere, dall’economia, dalla guerra, e non il contrario. Non si poteva ignorare questo passaggio, quando li accanto a te (vivevi a New York) tutti si attivavano per lanci di bombe intelligenti (che di intelligente avevano ben poco). Non potevi ignorare, sempre a New York, che quando trasformi il mondo in una piovra pronta a conquistare mercati, con avidità e forza, la risposta è uno squilibrio enorme che genera odio su odio (2).

Se fosse ancora viva, Le chiederei di scusarsi perché non hai usato la tua (presunta) popolarità per essere coscienza critica che poteva adoperarsi per “bloccare” il conflitto e non fomentarlo. Non ti sei “adoperata” per favorire il dialogo (come ogni presunto intellettuale), condannando i potenti e non il popolo. Ma hai sostenuto sempre il contrario.

Ora ci troviamo con un pugno di mosche in mano, con stragi e attentati, con francesi pronti ad entrare in guerra. Non avevi ragione Oriana Fallaci, perché quello che è davanti a noi è uno scenario di intolleranza crescente con una assenza sempre più tangibile di spirito critico e misura.
Effetti che genereranno altra violenza (3).

Se fosse ancora viva, Le chiederei di scusarsi perché…

 

*************

(1) “Oriana Fallaci, ti devi scusare …” (il contributo del blog In fondo a Sinistra)

(2) “Stiamo rispondendo all’odio solo con l’odio” (il contributo del blog In fondo a Sinistra)

(3) “L’angoscia, l’ansia, la paura. E’ in corso una gara di minchiate” (il contributo del blog In fondo a Sinistra)

TAG: Francia, isis, oriana fallaci
CAT: Partiti e politici, Storia

2 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. mariolino 5 anni fa

    e propio vero il detto di mark Twain: “non discutere mai con uno stupido, ti abbasserà al suo livello e ti vincerá con la sua esperienza”. L´autore deve avere sangue dei Borboni nelle vene, perché di loro si diceva: “Qui n´out tren oublié en tien apparsi” Che nulla hanno dimenticato e nulla hanno appreso.
    ci vuole propio tanta faccia tosta per negare l´evidenza: Oriana aveva ed ha ragione!!!!!

    Rispondi 0 0
  2. beniamino-tiburzio 5 anni fa

    Spiker’s Corner, chiunque tu sia dell’ Oriana Fallaci hai capito poco o niente. La tua posizione, lo sai bene, briccone, è unicamente ideologica. Il tuo dire è infarcito di luoghi comuni, ripetuti come una litania, priva
    di analisi scientifica, tipica di una ” intellighentia”, spocchiosa, che sempre è a soldo delle c.d. ” masse “.
    Quelle che per Vattimo, figlio della tua stessa ideologia, sono portatori della VERITA’. Che dio, se c’è, vi perdoni. Sull’ origine dell’ odio, di cui tutti, chi più e chi meno, siamo portatori, consiglierei a tutti di sbirciare un po’ il pensiero di René Girard, scomparso la scorsa settimana, in merito al ” desiderio mimetico “. Sappia tu, anonimo speaker, che nella dialettica culturale nessuno deve mai ” scusarsi ” di niente. Quale oscurantista sei !…..

    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...