Guido Rossa, gli anni Settanta e il terrorismo

:
19 Luglio 2016

Gli anni Settanta sono sicuramente il decennio più saccheggiato dai nostri giornalisti per questioni probabilmente anagrafiche: o li hanno vissuti, o li hanno sognati, comunque spuntano sempre per paragoni più o meno discutibili.

Il decennio più lungo del secolo breve, gli anni di piombo, formidabili, orribili, le riforme, il terrorismo, eravamo giovani, eravate giovani, insomma ci troviamo sempre a confrontarci con questa manciata di anni.

Ora però arriva Gramellini sulla stampa che tira fuori dalla manica l’asso Guido Rossa .

Guido Rossa, per me che sono cresciuta a sinistra, e poi per inciso ho studiato storia, è l’alfa e l’omega del “mo’ ti spiego”.

Si tira fuori quando bisogna fare un esempio chiaro sui motivi per cui il terrorismo “a un certo punto” ha proprio preso un abbaglio.

Si tira fuori quando si parla dello scollamento fra un movimento che si credeva braccio armato, avanguardia delle masse operaie e invece mi sa che no, non lo era per niente se ammazzava i sindacalisti compagni (se mai lo era stato poi).

Si tira fuori insomma per un discorso tutto interno, a sinistra, nel quale i volti, nomi, le scelte sono precise, le ideologie scolpite, cristalline nella loro atrocità. Non si tira fuori  di solito per parlare di gesti “spontanei” per quanto ammantati di ideologia.

Lo spontaneismo è un fenomeno mica nuovo in effetti, se ne può andare a cercare la storia pure su wikipedia, è un attimo. Sparare a qualcuno, sparare nel mucchio e poi dire: l’ho fatto per motivi ideologici.

C’erano i fascisti che consigliavano di farlo negli anni Settanta, non i rossi, Gramellini, che quelli sparavano convinti sapendo bene chi colpivano, come Guido Rossa appunto.

Non che serva a spiegare niente di quello che succede oggi eh. Ma insomma se proprio vogliamo scomodarli gli anni Settanta almeno facciamo l’esempio giusto.

 

 

TAG: Gramellini, guido rossa, Nizza, spontaneismo, storia pubblica, terrorismo
CAT: Storia

Un commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. umbertob 4 anni fa

    Non si capisce cosa vuol dire questo articolo, almeno Gramellini sa scrivere

    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...