Giovanni
Pastore

bio

Giovanni Pastore, amministratore di società attive nel settore immobiliare, prima di fare l’imprenditore ha collaborato per alcuni anni, tenendo corsi e seguendo tesi di laurea con il Prof. Raimondo Luraghi, grande storico e, forse ancora più importante, grande testimone della storia (ufficiale nella guerra, comandante del presidio al colle di Tenda nell’estate del 1943, partigiano [...] azionista della prima ora). Da fine agosto 1943, vedeva, dalla fortificazione di Tenda, i carri armati e le truppe tedesche passare dalla Francia occupata all’Italia, senza riuscire a trovare nei comandi militari qualcuno a cui riferire e ricevere ordini sul da farsi. Nella sostanza la classe dirigente italiana non cambia mai.

Altro Chiudi
BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 19/03/2019

in: Il decreto ingiuntivo fai da te: contro la Costituzione ed i debitori

PEGGIO DEI BERLUSCONES La commissione giustizia del Senato, composta in larga parte da avvocati che fanno recupero crediti, sta approvando una norma sui decreti ingiuntivi violentemente protesa a colpire i debitori, https://www.glistatigenerali.com/giustizia/il-decreto-ingiuntivo-fai-da-te-contro-la-costituzione-ed-i-debitori/ soprattutto quelli più fragili e, in larga parte, incolpevoli Per chi avesse dei dubbi basta andare sul sito dell'avvocato presidente della commissione stessa. Gli [...] altri non sono molto diversi. Cosa ne pensano i leaders venuti il giorno della vergogna, il 18 giugno 2018 a casa di Bramini, simbolo dei debitori incolpevoli?

Altro Chiudi
Pubblicato il 03/03/2019

in: Ora o mai più: per una riforma del sistema bancario

LA SOSTANZIALE DIFFERENZA FRA LA SITUAZIONE ITALIANA E QUELLA EUROPEA Leggendo in filigrana le norme emanate dai vari governi, che si sono succeduti dall'inizio della crisi nel 2008 fino ad oggi, traspare evidente la differenza di approccio ai temi bancari e. più in generale, al rapporto creditori / debitori, fra l’Italia e gli altri paesi sviluppati, [...] in particolare quelli europei. In tutti i paesi lo stato è intervenuto massicciamente (e in alcuni continua a farlo) nel salvataggio delle banche e nella sterilizzazione dal punto di vista economico e sociale dell’ingente massa di crediti inesigibili i cosiddetti npl. Si tratta di crediti ottenuti e concessi sulla base di previsioni di fatturati, di profitti, di salari e stipendi che sono in tutto o in parte scomparse nei 10 anni di crisi. In tutti i paesi hanno contribuito alla formazione degli NPL episodi di malaffare, forse in Italia più presenti che altrove. È però evidente che la formazione degli NPL è stato un processo strutturale, non banalmente criminale. Mentre tutti i paesi salvavano con fondi pubblici le banche e sterilizzavano l'effetto economico e sociale degli npl, in Italia, in maniera cosciente o incosciente (ma dal punto di vista economico e storico non ha nessuna importanza se la classe dirigente ne fosse cosciente) si è cercato di scaricare sulla ricchezza delle famiglie e delle piccole medie imprese il costo della crisi bancaria. Si potrebbero mettere in fila i provvedimenti del governo, di Bankitalia, della Consob e, purtroppo, dal 2014, in poi anche le sentenze della parte maggioritaria della Magistratura, che hanno reso possibile questo disegno. Disegno che, ripetiamo, non ha importanza se fosse conscio (con il conseguente sviluppo di fantasie dietrologiche) o inconscio/casuale, ma è visibile nei fatti. In questi dieci anni abbiamo assistito alla produzione e applicazione di leggi dello stato, normative amministrative di Bankitalia e Consob, di sentenze squilibrate a favore dei creditori, che hanno infine portato • alla svalutazione del patrimonio immobiliare italiano, • al trasferimento nelle mani di cowboy arrivati da tutto il mondo di parte della ricchezza italiana, persino il Sole 24 ore se ne sta accorgendo: https://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2019-02-10/npl-rischio-bolla-il-mercato-crediti-deteriorati-132035.shtml?uuid=AF4lfMK&cmpid=nl_morning24 • a circa 150.000 fallimenti e a più di un milione di PMI “uscite volontariamente dal mercato” • a migliaia di suicidi, • a 2 milioni di famiglie sovraindebitate irrimediabilmente e ad altri 2 milioni di famiglie pronte a scivolare nel baratro del sovraindebitamento per piccole somme.

Altro Chiudi
Pubblicato il 17/02/2019

in: GangBank. Lo svilimento delle aste immobiliari

credo, dal suo nickname, che lei sia un professionista che vive sulle aste. è così? Io sono un imprenditore che ha rinunciato ad affari interessanti perchè pur, venendo dal profondo Nord, ritengo sacrosanto il detto napoletano: "casa pignorata, casa dannata". sono comunque interessato a discutere con lei, perchè la differenza di opinioni è il sale dell'approfondimento. Spero che dettagli [...] meglio le sue osservazioni. a risentirci.

Altro Chiudi
Pubblicato il 27/01/2019

in: Anche i magistrati sbagliano. Reprimenda del Proc. generale della Cassazione

Non Biagio Riccio. nè Giovanni Pastore, schierati apertamente a favore degli impoveriti indebitati, ma Mirko Frigerio ((gruppo Gabetti, i principali mediatori immobiliari italiani), Presidente di Astasy (che tutti gli anni fa un report basato sui dati di tutti i tribunali sull'andamento delle aste immobiliari) da un giudizio lapidario sui magistrati delle esecuzioni immobiliari: “La giustizia [...] legata alle esecuzioni immobiliari, unica sezione dei tribunali che oltre che da giudice fa anche da boia". Finchè questo enorme potere resterà nelle mani di un magistrato "bulgaro" si creerà un movente oggettivo per "toghe al centro di illeciti penali e disciplinari". Modificare le attuali norme, squilibrate a favore dei creditori nelle esecuzioni immobiliari, restituirebbe i magistrati al loro ruolo costituzionale di arbitri.

Altro Chiudi
Pubblicato il 13/01/2019

in: Stravolto l’art. 560 c.p.c.: l’alba della rivoluzione del debitore

Una prima speranza per gli indebitati Può essere abrogato il contenuto inutile, ingiusto e violento, introdotto dalla legge 119 2016 Renzi boschi.nel 560 cpc. È veramente un risultato straordinario dovuto alla pervicacia di Sergio Bramini L'opposizione a questa abrogazione sarà feroce decine di migliaia di persone si stanno arricchendo ai danni degli impoveriti. l'azione di bramini va sostenuta [...] continuando ed ampliando la raccolta di firme alla petizione https://www.change.org/p/abroghiamo-l-articolo-560-legge-119-2016-boschi-renzi-inutile-ingiusto-ed-efferato-luigidimaio-matteosalvinimi-mov5stelle?utm_medium=email&utm_source=promoted&utm_campaign=sponsorship_fulfillment&tk=uz_5oxlpNqgs8TuH0lMdZFTCuJoBrYEUtHS0PVhZ4D0 propongo anche una manifestazione a Roma di sostegno a questa iniziativa per impedire ogni colpo di mano degli speculatori e di chi vive sulle spalle della spoliazione degli impoveriti

Altro Chiudi
CARICAMENTO...