Simona
Bonfante

bio

Giornalista, blogger, attivista radicale. Ho lavorato con riviste e think tank, aziende, organizzazioni politiche e istituzioni pubbliche italiane e internazionali. Non sono su Facebook. @kuliscioff

BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 24/03/2016

in: Le lacrime di Federica Mogherini sono l'Europa. Cosa c'è da vergognarsi?

posso convenire, ma anche no. non si può commuovere il burocrate. la mogherini ha confermato di esserlo, solo una burocrate, non per le lacrime ma per l'esigenza di giustificarle. le lacrime non sono segno di debolezza, ma semmai di profonda convinzione verso la posta in ballo - la vita. la vita, lessere umano, è principio [...] e fine dell'unione. le lacrime ribadiscono quello e avrebbero dovuto suggerire una presa di cosceinza da parte dell'establishment europeo, il quale invece mi pare non abbia colto la sostanza della questione.

Altro Chiudi
Pubblicato il 14/03/2016

in: Che motivo c'è di essere buoni cristiani se si è già buoni cittadini?

darling, ometti un dato: non si sceglie di diventare cristiani come fosse un partito politico, un'associazione culturale o una setta filosofica. lo si diventa perché magari un giorni si riceve in dono la fede. e la si può ricevere anche - ratzingerianamente - per la impossibilità razionale di non credere.

Pubblicato il 20/01/2015

in: In difesa di Scienze della Comunicazione

Vengo anch'io da lì. Immatricolata nel 93, laureata nel 98. selezionata all'ingresso tra un migliaio di candidati, 250 i posti disponibili. è stata un'esperienza accademicamente notevole. ed hai ragione a ribadirlo. La degenerazione degli studi in comunicazione c'è stata, tuttavia, e credo abbia avuto inizio con l'apertura dei numeri chiusi, la proliferazione di corsi di [...] laurea in sedi universitarie di infima qualità, la trivializzazione delle discipline studiate, il tecnicismo in luogo della riflessione. anche un po' la mercificazione del 'titolo'. è diventata la laurea facile per accedere a carriere televisive e/o professioni tecniche in cui la componente filosofica risultava più un costo che una risorsa. ma questo ovviamente non toglie nulla al tuo ragionamento. hai fatto bene a raccontare di Siena. in quell'esperienza avanguardistica c'è molto del 'potenziale' che l' accademia italiana ha saputo tristemente sprecare, ma anche dell'univesro professionale che le affine - dai media tradizionali all'editoria.

Altro Chiudi
CARICAMENTO...