Marina
Nasi

bio

Giornalista professionista, eclettica per sopravvivenza più che per vocazione, ha passato dieci anni nelle redazioni milanesi di femminili, è sopravvissuta gioiosamente fra Londra e Berlino, è tornata al natio borgo selvaggio (Bologna), e da lì continua a guardarsi intorno con curiosità, passione e l'occasionale sopracciglio alzato. Pratica yoga ossessivamente, è malata di cinema e serie [...] tv, ama i behavioural studies, le buone pratiche e le idee pro-social

Altro Chiudi
BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 25/08/2016

in: La vegana insulta i terremotati? Chiamala cagna

Hai ragione, è anche un semplice senso di involuzione e di mancanza di argomenti. Continuo però a notare una maggior naturalezza nell'offendere sessualmente le donne piuttosto che gli uomini, se non altro perché non esiste il corrispettivo maschile di "troia"

Pubblicato il 25/08/2016

in: La vegana insulta i terremotati? Chiamala cagna

Hai ragione, è anche un semplice senso di involuzione e di mancanza di argomenti. Continuo però a notare una maggior naturalezza nell'offendere sessualmente le donne piuttosto che gli uomini, se non altro perché non esiste il corrispettivo maschile di "troia"

Pubblicato il 11/11/2015

in: Vegani, pescivendoli, giudizi e pregiudizi

Da non vegana, molto più intollerante ai roghi comuni che ai derivati animali, invito ad avere un po' più di serenità e intelligenza nel giudicare, così da evitare generalizzazioni come considerare tutti i vegani "una manica di pazzi furiosi" solo perché un utente ha fatto un commento inappropriato, peraltro prontamente stigmatizzato. Il senso del post [...] era precisamente questo: evitare di cercare il cliché a tutti i costi.

Altro Chiudi
Pubblicato il 11/11/2015

in: Vegani, pescivendoli, giudizi e pregiudizi

Prendo risolutamente le distanze da questo commento, che oltretutto va nella direzione opposta del post. Anzi no: dimostra proprio come irragionevolezza e inutile aggressività possano avere sede in qualsiasi "fazione"

CARICAMENTO...