Silvia
Bianchi

bio

Laureata in Fisica Ambientale, mamma tuttofare, curiosa di politica e di tante altre cose

BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 13/06/2018

in: la profezia di Giorgetti

Diciamo Pasquale che la parabola politica del M5S somiglia a quella del Pd guidato da Renzi: è indiscutibile che Renzi è stato molto più protagonista, sia nell' ascesa che nella caduta, di quanto lo sia di Maio

Pubblicato il 12/06/2018

in: la profezia di Giorgetti

mah, secondo me l'elettorato del M5S proveniente "da sinistra" - soprattutto quello più recente - sta cominciando a storcere il naso di fronte all'assoluta egemonia di Salvini sul governo. O di Maio batte un colpo, o quegli elettori lì rischia di perderli secondo me

Pubblicato il 02/06/2018

in: Frontismo? No, grazie

Mi pare che il nostro Macron lo abbiamo anche noi: è Calenda. Storia del tutto simile (da ministro "tecnico" alla discesa in politica), cultura politica analoga, posizionamento esplicito sull'Europa. Ciò che gli manca rispetto a Macron è il "trampolino di lancio": in Francia il presidenzialismo permette a un "outsider" (si fa per dire) di conquistare [...] subito la ribalta nazionale; in Italia è più difficile, soprattutto ora che siamo tornati al sistema proporzionale e che le primarie del Pd (che svolsero un ruolo analogo per Renzi) sono in via di dismissione

Altro Chiudi
Pubblicato il 28/05/2018

in: Mattarella apre una campagna elettorale tutta sull’Europa (e su di sé)

Se la strategia del "piano B" di Savona era così cruciale per il governo legastellato, tanto da far saltare tutto pur di non rinunciare al protagonismo del Professore, allora ha pienamente ragione Mattarella a chiedere che su questa scelta così cruciale si discuta e si voti, con chiarezza. Perché nella scorsa campagna elettorale sia Lega [...] che 5 stelle hanno parlato poco e in modo generico di Europa e euro e, quando interpellati direttamente, hanno negato l'opzione dell'uscita dell'Italia dalla moneta comune, di cui peraltro non c'è traccia nel "contratto di governo"; inoltre, molti parlamentari della Lega sono stati eletti nei collegi uninominali con i voti degli elettori di Forza Italia, il cui euroscetticismo non può essere dato per scontato. Insomma, il governo Conte non avrebbe avuto una vera legittimità politica per portare avanti una linea così dirompente, sulla quale è bene che gli italiani si informino e si esprimano. A questo tema dovrebbe essere particolarmente sensibile chi si è dichiarato contrario alla libertà di mandato dei parlamentari, al punto da voler abolire l'art.67 della Costituzione

Altro Chiudi
CARICAMENTO...