Alfio
Squillaci

bio

Ha collaborato alle pagine culturali di “Avvenimenti”, “La Provincia di Sondrio”, “Il Riformista”, "Linkiesta", “Lettera 43”, “Il Calibro”. Dilettante, ha una forte inclinazione per le lettere francesi, ma non resiste agli energici richiami della vecchia formazione filosofica e alle nuove curiosità nel campo delle scienze sociali. Ha un’aspirazione: catturare il lettore [...] con leggerezza, ma non a discapito del rigore delle fonti e dell’argomentazione.

Altro Chiudi
BIO

Badges

  • 3° Contenuto Gennaio 2015

Ultimi commenti

Pubblicato il 06/07/2017

in: La guerra ai poveri comincia sul bagnasciuga

E' dai tempi di Mussolini (dal celebre discorso del "bagnasciuga") che si confonde bagnasciuga (che è la linea di galleggiamento delle navi) e battigia, la striscia di spiaggia tra le acque e la terra, quella che qui viene chiamatata impropriamente "bagnasciuga).

Pubblicato il 04/07/2017

in: Jihad, porti e sceicchi: le assurde bufale sui migranti

l'ISPI (che non è né massone né fascista) in una lista di fact checking sulla questione degli immigrati al suo punto 7. Si può vietare l’ingresso nei porti italiani alle navi straniere con migranti? Risponde "SI" E argomenta che seppur dibattuta la questione è prettamente POLITICA , perché dal punto di vista giuridico [...] ha già una risposta. http://www.ispionline.it/articoli/articolo/europa/fact-checking-migrazioni-17046?platform=hootsuite

Altro Chiudi
Pubblicato il 29/06/2017

in: Cos’è la sinistra oggi dopo la perdita di Sesto San Giovanni

Leggo solo oggi il pensiero di Penati su Sesto San Giovanni (Avvertenza: sono simpatizzante di Penati da quel dì: testa pensante massacrata dalla magistratura inquirente) "Bisogna metter le mani nei problemi, anche là dove capisci che c'è una resistenza eccessiva a condividere i passaggi dell' integrazione: nelle periferie dove vivono i più deboli, la gente che [...] lavora, che sente le ansie per il futuro dei propri figli. Lì sta il popolo della sinistra. Non dobbiamo pensare che siccome votano a destra quella non è più la nostra gente. Perchè la destra li illude, li seduce con la paura ma poi li abbandona. D'altro canto, se la sinistra diventa superba e giudicante, se si limita a prescrivere il codice astratto dei comportamenti individuali, il "politically correct", anzichè dare delle risposte, accompagnare i percorsi, affermare il rispetto della legge e delle regole, beh allora la sinistra sta voltando le spalle alla sua gente. La sinistra è fatta non per le anime belle ma per il popolo. Vanno ascoltate e accompagnate le preoccupazioni dei ceti che vivono a contatto quotidiano coi problemi. Le enunciazioni di principio non bastano, sennò la politica diventa una religione. Sbaglia chi ha lanciato slogan dicendo: chi vota per noi vota per la speranza e chi vota dall'altra parte vota per l'intolleranza. Io non posso pensare che la maggioranza dei cittadini di Sesto sia intollerante. Chiedono semplicemente risposte" http://notizie.tiscali.it/interviste/video/detail/penati-a-sesto-ha-perso-una-sinistra-superba-che-ha-voltato-le-spalle-alla-sua-gente-/54d565c49db82bf6062aa14044e1a22c/

Altro Chiudi
Pubblicato il 14/05/2017

in: Che cosa non va nelle parole di Debora Serracchiani?

Federico carissimo ti suggerisco l'Amaca di oggi di Michele Serra. In sintonia con quanto ho pensato sulla questione. Serracchiani ha detto "con qualche goffaggine, una cosa che molti sentiamo essere vera: chi è ospite e riceve assistenza ha degli obblighi di comportamento. E quando li disattende, crea uno scandalo che va a colpire pesantemente il [...] patto di ospitalità. Lo tradisce e. E tradisce chi gli ha aperto le porte.". Diritti pieni agli immigrati ma anche rispetto rigoroso delle nostre leggi "con intransigenza assoluta". "Capisco perfettamente l'avvilimento e l'ira di chi si sente colpito a tradimento dalle persone che sta aiutando": Io ho definito tutto ciò semplicemente buon senso, ma come diceva don Lisander "il buon senso se ne sta nascosto per paura del senso comune" (di sinistra) che sulla questione sta sbarellando mica da ridere. Nel monsone di contumelie che si è abbattuto sulla povera Serracchiani (una miracolata dalla crisi di leadership a sinistra, venuta in auge, ricorderai, dopo un intervento puntuto, amplificato dai media, contro i capi della sinistra "con i quali non vinceremo mai") l'accusa più sconclusionata è quella di razzismo, come se fosse non dico un Gobineau ma un H.S.Chamberlain redivivo. Sriamo perdendo lucidità sempre più, segno che il problema dell'immigrazione è enorme, e che occorre pensarlo e ripensarlo.

Altro Chiudi
CARICAMENTO...