Alfio
Squillaci

bio

Ha collaborato alle pagine culturali di “Avvenimenti”, “La Provincia di Sondrio”, “Il Riformista”, "Linkiesta", “Lettera 43”, “Il Calibro”. Dilettante, ha una forte inclinazione per le lettere francesi, ma non resiste agli energici richiami della vecchia formazione filosofica e alle nuove curiosità nel campo delle scienze sociali. Ha un’aspirazione: catturare il lettore [...] con leggerezza, ma non a discapito del rigore delle fonti e dell’argomentazione.

Altro Chiudi
BIO

Badges

  • 3° Contenuto Gennaio 2015

Ultimi commenti

Pubblicato il 14/05/2017

in: Che cosa non va nelle parole di Debora Serracchiani?

Federico carissimo ti suggerisco l'Amaca di oggi di Michele Serra. In sintonia con quanto ho pensato sulla questione. Serracchiani ha detto "con qualche goffaggine, una cosa che molti sentiamo essere vera: chi è ospite e riceve assistenza ha degli obblighi di comportamento. E quando li disattende, crea uno scandalo che va a colpire pesantemente il [...] patto di ospitalità. Lo tradisce e. E tradisce chi gli ha aperto le porte.". Diritti pieni agli immigrati ma anche rispetto rigoroso delle nostre leggi "con intransigenza assoluta". "Capisco perfettamente l'avvilimento e l'ira di chi si sente colpito a tradimento dalle persone che sta aiutando": Io ho definito tutto ciò semplicemente buon senso, ma come diceva don Lisander "il buon senso se ne sta nascosto per paura del senso comune" (di sinistra) che sulla questione sta sbarellando mica da ridere. Nel monsone di contumelie che si è abbattuto sulla povera Serracchiani (una miracolata dalla crisi di leadership a sinistra, venuta in auge, ricorderai, dopo un intervento puntuto, amplificato dai media, contro i capi della sinistra "con i quali non vinceremo mai") l'accusa più sconclusionata è quella di razzismo, come se fosse non dico un Gobineau ma un H.S.Chamberlain redivivo. Sriamo perdendo lucidità sempre più, segno che il problema dell'immigrazione è enorme, e che occorre pensarlo e ripensarlo.

Altro Chiudi
Pubblicato il 12/05/2017

in: La violenza commessa da un profugo? Per Serracchiani è più grave

Caro Federico, l'accusa di razzismo è però sempre il colpo in canna che spegne ogni argomentazione. Chi se la sente di replicare davanti a un'accusa così infamante? Per questo viene usata impunemente. E' una specie di bomba atomica che rende ridicola l'argomentazione "convenzionale". Quanto alla deriva securitaria del Pd se ne può discutere. A livello [...] locale è più sentito il dossier immigrati perché al centro di decide, ma è in periferia che occore gestire il fenomeno. Quando a Roma hanno dei progetti sul territorio hanno delle preoccupazioni. Fassino, l'ex sindaco ex PCI come ben sai, si interrogò addirittura sull'opportunità di una doppia graduatoria per l'assegnazione delle case popolari. Arci-razzista? Ma è nelle periferie torinesi ad alta intensità di immigrati che ha perso le elezioni... Il guaio è che questo fenomeno dirompente dell'immigrazione sta facendo perdere lucidità a molti, su entrambi i versanti. Ma la reductio ad Salvinum non va fatta a mio avviso, perché altrimenti ogni argomentazione che non sia quella di Manconi "Accogliamoli tutti", passerebbe di già come salviniana in pectore. Un problemone quello che abbiamo davanti. Un caro saluto. Sempre un piacere leggeri.

Altro Chiudi
Pubblicato il 12/05/2017

in: La violenza commessa da un profugo? Per Serracchiani è più grave

Sono d'accordo con Filippo Cusumano.Semplice buon senso. E il razzismo non c'entra. Dire ciò che ha detto Serracchiami significa essere razzisti? ossia avere una concezione di qualità sostanziali, inscritte una volta per tutte in una sorta di essenza biologica? erché questo è il razzismo. Non è che presidiando poliziescamente il linguaggio oltre che a [...] sentire il balsamo nell'anima di concepirsi migliori si stabilisce anche una altezzosa diversità questa sì un tantinello superiore?

Altro Chiudi
CARICAMENTO...