Gabriele
Catania

bio

Gabriele Catania scrive di Nord Europa (e Americhe), Africa australe, innovazione. Nel corso degli anni ha intervistato oltre 28 Nobel, previsto diversi accadimenti geopolitici, pubblicato due libri con Castelvecchi: uno sugli shock petroliferi, l’altro sulla storia del Sudafrica. Le sue analisi sono state riprese da magazine europei e asiatici.

BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 04/01/2017

in: Merkel, Hollande, Rutte, Rajoy, svegliatevi: serve una FBI europea!

Gentile dottor Cannella, mi scuso in primis per il ritardo nel risponderla. La ringrazio per il commento, se volesse approfondire la vita di J. Edgar Hoover c'è un libro molto ben scritto edito da Bompiani. Detto questo, sto valutando la possibilità di scrivere un articolo più approfondito in merito, e di sentire degli esperti; eventualmente [...] girerò a loro il suo spunto, io non ho abbastanza competenze in materia per darle una risposta.

Altro Chiudi
Pubblicato il 08/01/2016

in: Bolzano, lezioni di sviluppo turistico dall’isola più ricca d’Italia

guardi, le regioni del sud Italia hanno tanti problemi, ma sono un'enorme risorsa del ns paese, dal punto di vista economico ma non solo. Per esempio, rappresentano un mercato essenzale per i prodotti delle aziende del centronord, forniscono eccellente capitale umano (sia in termini di manodopera, sia di talenti che dopo il diploma emigrano al [...] nord) e materie prime (ad esempio l'agroalimentare italiano, uno dei pilastri della ns economia, funziona anche con le derrate da Puglia, Sicilia ecc...). Senza contare che anche nel sud esistono tante realtà d'eccellenza, dal distretto dell'aerospaziale a Brindisi all'Etna Valley a Catania, passando per l'alimentare foggiano o salernitano. L'apporto del sud allo sviluppo economico italiano è stato, storicamente, fondamentale (v. ad esempio Ascesa e declino di Felice), e senza il PIL del sud l'Italia potrebbe tranquillamente uscire dal G7. I soldi però non sono tutto: dal punto di vista geopolitico saremmo tagliati fuori dal Mediterraneo, e conteremmo ancora meno in Europa e nel mondo (a proposito, le forze armate e di polizia italiane sono fatte in primis da uomini e donne del sud). Ovviamente il sud ha tanti problemi, e le classi dirigenti del sud hanno enormi colpe, ma non mi vorrà certo dire che il futuro incerto di un bimbo del nord sia tutto imputabile al sud e all'unificazione: io sono nato e vivo in Veneto, e le classi dirigenti del Veneto (ad es. un certo signor Galan) qualche responsabilità ce l'avranno per il recente declino della ns regione... (a proposito, ultimamente si parla tanto di banche venete [e toscane] sui giornali). Non è cercando di riscrivere la storia, o proponendo cure pericolose e improbabili, che si può costruire un futuro migliore per il bimbo di cui lei parla.

Altro Chiudi
CARICAMENTO...