Inside Out – Intervista a Massimo Malanchini

:
26 Ottobre 2015

Il progetto Pigmenti è nato all’interno della Serigrafia Tantemani, che a sua volta è inserita all’interno della scuola professionale del Patronato San Vincenzo.

Oggi intervistiamo Massimo Malanchini uno dei docenti che – possiamo dirlo – ha influenzato molto positivamente il nostro progetto.

Se Pigmenti ha strutturato per il bando Che-Fare il “laboratorio itinerante di arte pubblica e narrazione” individuando 3 scuole oltre il carcere, l’ospedale e una casa di riposo, è perché un anno fa Massimo Malanchini ha coordinato e organizzato all’interno della scuola il Progetto Inside Out.

Ci puoi dire in due parole che tipo di scuola è il Patronato San Vincenzo e di cosa ti occupi come insegnante?

L’AFP Patronato San Vincenzo è una scuola professionale che prevede percorsi di formazione triennali e quadriennali per ragazzi e ragazze che intendono imparare un mestiere e confrontarsi, prima possibile, con il mondo del lavoro. Durante gli anni dei diversi corso, i nostri allievi affrontano lunghi periodi di stage nelle aziende del territorio; d’altra parte, anche quando sono a scuola, passano molto tempo dentro i laboratori professionali.
Per valorizzare questa attitudine all’esperienza concreta, al fare… spesso, anche le attività d’aula si sviluppano secondo progetti che portano i ragazzi alla realizzazione di un prodotto finale, dentro unità di apprendimento che valorizzano le competenze sviluppate.

DCIM100GOPRO

Come è nata l’idea di partecipare al progetto globale di JR, Insiede Out?

Proprio nell’ottica di una didattica il più possibile di tipo esperienziale, con i colleghi del corso Grafici siamo sempre alla ricerca di progetti che permettano ai ragazzi di apprendere attraverso un processo “reale” stimolante e motivante. Quando siamo venuti a conoscenza del progetto di JR abbiamo immediatamente capito che faceva al caso nostro. Si tratta infatti di un progetto che offre grande libertà di azione e creazione, inserito in un contenitore di respiro internazionale e basato su un linguaggio semplice, di grande impatto ed estremamente accattivante.

IMG_9266

Come hanno risposto i ragazzi a questo progetto?

I ragazzi hanno colto immediatamente la forza del progetto, la sua carica artistica e “sociale”: si sono subito messi in gioco, cogliendone le grandi potenzialità.
Il progetto, in particolare, è stato curato dagli allievi del secondo anno del corso per grafici e stampatori dell’AFP. Gli alunni hanno dapprima approfondito gli aspetti artistici e comunicativi del progetto di JR ; successivamente, sotto la supervisione dei docenti dell’area professionale, hanno affrontato gli aspetti tecnici della realizzazione di grandi ritratti fotografici in bianco e nero, dagli scatti fotografici alla stampa dei poster, fino alla successiva affissione. Una unità di apprendimento che ha permesso loro di sperimentare le competenze acquisite nelle diverse discipline affrontate nel percorso formativo.

IMG_9656

E quale lascito c’è stato?

L’azione diretta sui muri della scuola ne ha evidentemente cambiato l’aspetto , generando un forte impatto emotivo sui “residenti”; da quando i muri portano i i volti dei nostri allievi, tutta la scuola ha cambiato….volto! diventando più accogliente, simpatica e “internazionale”.
Inoltre, resta forte in tutti noi, allievi ed insegnanti, il ricordo di un’azione di responsabilità collettiva che può indurre ad altre forme di partecipazione al bene comune.

DCIM103GOPRO

Visto il progetto che come Pigmenti abbiamo proposto per il Bando Che Fare, che consigli avresti per noi?

Credo che il progetto abbia grandi potenzialità; queste potenzialità possono inoltre moltiplicarsi in forma esponenziale proprio per il coinvogimento di realtà così diverse fra loro: questo scatenerà interessanti cortocircuiti artistici, sociali e formativi, reazioni sorprendenti che andranno ben oltre la somma dei singoli contributi.

Che strada auspichi per Pigmenti per i prossimi anni?

Riempire la nostra città di opere d’arte che tolgano equilibrio, destino stupore e meraviglia, riportino tutti ad un rapporto più diretto e quotidiano con l’arte.

TAG: arte pubblica, Bando cheFare, pigmenti, scuola
CAT: Arte, Beni comuni

Un commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. gajani 5 anni fa

    complimenti!

    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...