La macchina

:
8 marzo 2019

“Devi venderla adesso, che ancora vale qualcosa”, gli aveva detto un collega dell’ufficio, che in passato aveva fatto il venditore di auto in una concessionaria.
La sera, a casa, ne aveva accennato alla moglie.
“Furio dice che mi converrebbe cambiarla adesso la macchina…”
“Cambiare la macchina?”, aveva risposto lei, uscendo dal bagno adiacente alla camera da letto, dove aveva appena finito di prepararsi per la notte,”Perchè dovremmo cambiarla? Va benissimo!”
Lui era già sdraiato sul letto e stava leggendo.
“Sai, dice Furio…”, disse.
“Cosa ce ne frega di Furio?”, rispose lei.
“Niente, se è per quello. Ma lui se ne intende, si è occupato di macchine per anni. Dice che un’auto va cambiata quando ancora è appetibile sul mercato…”
“Sarà, ma a me sembra una spesa inutile. Abbiamo altre priorità…”
“Tipo?”
“Lo sai meglio di me, non farmi elencare tutte le spese che ogni mese ci tocca rimandare per esaurimento del budget”
“Certo, ma la nuova macchina mica la compreremmo in contanti! Daremmo dentro la nostra e faremmo un piccolo mutuo”
“Che si aggiungerebbe a quello della casa…”
“Dai retta a me, ce la possiamo fare benissimo”
“Di’ le cose come stanno. Una nuova macchina non ci serve affatto. Andiamo al lavoro tutti e due con i mezzi, usiamo l’auto solo per andare a fare la spesa e per qualche gita”.
Lui si girò su un fianco e spense la luce del comodino.
“Adesso non fare così”, lo incalzò lei, sdraiandosi al suo fianco.
“Così come?”
“Lo sai. Ammettilo, stai facendo così!”
“Per niente. Ho solo sonno…”
“Dài, dimmelo. Che macchina avevi in mente di comprare?”
“Ci stavo pensando, mica ho deciso del tutto”
“Non farti pregare. Come se non ti conoscessi!”
“Sei sempre così inquisitoria…”
“Questa è nuova. Chiamami Torquemada…Però dimmi il nome dell’auto che avevi in mente!”
Lui bofonchiò qualcosa.
Lei afferrò il cellulare e fece una ricerca su Google.
“Questa qui?”, disse poi, mostrandogli la schermata.
“Non ti piace?”
“Mi piace molto di più quella che abbiamo già”.
“Se tutti fossero come te, Colombo non avrebbe mai scoperto l’America!”
“Questa l’hai sentita in un film”.
“Vero. Se mi dici quale, ci teniamo la vecchia macchina…”
“Figurati! Quello che si atteggia a cinefilo sei tu! E poi non dire “la vecchia macchina”… Fino a stamattina era una macchina di appena 4 anni di vita e la tenevi come un oracolo!”
“Buona notte!”
“Buona notte!”

TAG:
CAT: Letteratura

Nessun commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

CARICAMENTO...