Se anche l’Ansa si mette a fare (e male) propaganda anti-rom

:
25 Novembre 2015

C’è un video sul sito dell’Ansa che sta raccogliendo più commenti e condivisioni sui social di qualunque altro. Nel filmato, girato per le vie di Milano, si vede una mendicante, verosimilmente rom, che chiede l’elemosina sorreggendosi a stento su un bastone.

Il video riprende la donna in diversi momenti del giorno, fino a tarda sera. Ed è a questo punto che avviene il fattaccio: la presunta mendicante, terminata la propria giornata di “lavoro”, si rilassa fumando una sigaretta, poi si riveste e va via camminando normalmente, come se nulla fosse.

“Miracolo a Milano, la mendicante guarisce e torna a camminare”, titola sarcasticamente la principale agenzia di stampa italiana.

Il video viene condiviso sui social, raccogliendo in poche ore più di un milione di visualizzazioni e oltre 20mila condivisioni. I commenti in coda al post su facebook (quasi mille) sono i soliti, beceri. Certamente ben più di quelli che accompagnerebbero un video su uno dei tanti falsi invalidi italiani. E d’altra parte il messaggio che arriva dallo scoop dell’Ansa è proprio quello: i mendicanti che incontrate per strada vi prendono in giro, attenti alle truffe.

Il punto però è un altro. Il presunto scoop dell’Ansa non è convincente da un punto di vista prettamente giornalistico.

Il passaggio dalla storpiatura alla sanità non si vede. Il momento della guarigione, del “miracolo” per citare l’Ansa, manca del tutto. Il filmato inopinatamente si interrompe, c’è un taglio netto, spaziale e temporale. La donna ripresa a fine giornata (che potrebbe essere la stessa, ovviamente) ha un altro abito, un’altra gonna. Indossa delle calze verdi e delle scarpe rosse che prima non aveva. E si trova anche in un’altra zona della città.

Potrebbe essersi semplicemente cambiata d’abito, certo: è quello che sostengono alcuni degli indignati nei commenti che seguono il post dell’Ansa su facebook, e che qui non possiamo escludere. C’è da chiedersi, però, perché questo momento cruciale dal punto di vista informativo, quello che rende tale lo scoop, non sia stato ripreso. Dopo aver seguito la mendicante truffaldina per un’intera giornata, il video operatore si è distratto proprio nel momento clou, quello che doveva svelare l’imbroglio.

Insomma, e visto il clima generale, se anche l’Ansa si mette a fare propaganda contro gli ultimi della società, come un qualunque sito “acchiappaclick”, c’è poco da stupirsi. Ma da un’agenzia come l’Ansa ci aspettiamo che, almeno dal punto di vista prettamente giornalistico, questo sporco lavoro lo faccia come si deve.

@carlomariamiele

TAG: #milano, Ansa, giornalismo, rom, Video
CAT: Media

4 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. umbertob 5 anni fa

    Questo articolo mi pare piuttosto capzioso, anzitutto non capisco perché parlare di propaganda anti-rom quando il titolo del video parla di una mendicante generica (sono tutti rom i mendicanti?), secondo alla fine si vede solo di una finta mendicante con stampella che alla fine del turno si alza e se va con l’incasso della giornata, è evidente che non è la prima ma nessuno l’ha detto e il video non è montato per farlo credere, anzi si vede chiaramente che sono persone diverse. Dov’è lo scandalo? Nel video viene solo illustrato un fenomeno truffaldino molto diffuso che si svolge ogni giorno sotto gli occhi di tutti (alla prima non appena si siede i tremori scompaiono miracolosamente).
    Infine se proprio vogliamo parlare di rom non credo li si possa mettere tra gli ultimi sic et simplciter, ne conosco parecchi che pur vivendo alle nostre spalle sono ben più ricchi della media dei cittadini che lavorano onestamente. Gli ultimi sono altri purtroppo e quasi sempre non li vediamo, sono gli invisibili che non fanno notizia, non fanno caciara, non commettono reati, ma soffrono e hanno molto più bisogno di aiuto di queste piccole truffatrici.

    Rispondi 0 0
    1. carlomm77 5 anni fa

      Si sostiene che sia la stessa persona (il titolo è “miracolo a Milano, la mendicante guarisce e comincia a camminare”) ed è verosimile che lo sia. Ma il video non dimostra nulla, non vi è traccia della miracolosa guarigione.

      Rispondi 0 0
      1. umbertob 5 anni fa

        Il video mi pare non voglia dimostrare nulla, è solo un documento, ognuno trae le conclusioni che ritiene più opportune. Mi sbaglierò, ma io vedo la mendicante che pare affetta da grave Parkinson che una volta seduta perde i tremori e muove testa, gambe e piedi normalmente; la seconda (che potrebbe anche essere la prima vestita diversa) ha una stampella a fianco ma si accende una sigaretta e se va con passo normale

        Rispondi 0 0
  2. crcdeco-fr 3 anni fa

    http://www.crcdeco.com my blog for France renovation

    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...