Antonio
Vigilante

bio

Vivo a Siena. Mi occupo di teoria della nonviolenza, pedagogia, filosofia morale ed interculturale. Sono condirettore scientifico della rivista Educazione Aperta. Tra i miei libri: Il Dio di Gandhi (2009), La pedagogia di Gandhi (2010), Ecologia del potere. Studio su Danilo Dolci (2012) L'educazione è pace (2014), A scuola con la mindfulness (2017), [...] Dell'attraversamento. Tolstoj, Schweitzer, Tagore (2018). Il mio blog è Attraversamenti (http://antoniovigilante.blogsp ot.com).

Altro Chiudi
BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 06/11/2018

in: Lettera aperta a un leghista foggiano

[1] Sensibilità borghese un par di palle. Sono nato in un basso di 34 metri quadri nel quartiere del Carmine, a Foggia, figlio di un operaio. [2] Oggi a Foggia è l'anniversario dell'omicidio di Giovanni Panunzio, un costruttore ucciso dalla mafia perché si era rifiutato di pagare il pizzo. Quello che rende impossibile la vita a [...] Foggia è la mafia, che distrugge ogni attività economica e rende feroce lo stesso vivere civile. Ma di mafia non si può parlare. Meglio prendersela con i neri. [3] Lei usa la parola "negro" e dice che i "negri" puzzano e sono disonesti. Lo farò presente a K., una delle mie migliori studentesse, che vuol fare filosofia alla Sorbona. E' giusto che sappia che al mondo esiste gente come lei, che farà di tutto per distruggerle la vita.

Altro Chiudi
Pubblicato il 02/09/2018

in: Nuovi obiettivi per la scuola: educare all'imprenditorialità

Scrivi questo articolo su "Gli Stati Generali", che è un'impresa. Così come è un'impresa, per dire, la piccola casa editrice che pubblica libri contro il capitalismo (quelle con cui io pubblico normalmente). Così come è impresa la cooperativa che si occupa dell'inserimento sociale di persone disabili o di ex detenuti. In un altro articolo parli [...] dell'importanza della formazione politica. Educare all'iniziativa economica vuol dire anche questo. Del resto, l'alternativa è educare futuri impiegati pubblici. E' una figura tranquillizzante per il professore, perché a lui affine, ma un mondo di soli burocrati è un incubo totalitario.

Altro Chiudi
Pubblicato il 11/08/2018

in: Dio vuole che Salvini sia ministro

Se non bastano vent'anni di consuetudine con il testo biblico, ebraico compreso, per azzardare una qualche interpretazione, allora la Bibbia non è la parola di Dio per l'uomo: è un testo difficilissimo la cui interpretazione è riservata a una cerchia ristrettissima di esperti. Che sono peraltro interessati a interpretarlo in un certo modo per giustificare [...] il potere di una istituzione. L'articolo era ironico, in ogni caso.

Altro Chiudi
CARICAMENTO...