Umberto
Cherubini

bio

Studi al Cesare Alfieri di Firenze e a NYU, insegna finanza matematica all’Università di Bologna, dove coordina la laurea specialistica internazionale in Quantitative Finance. E' membro del comitato tecnico scientifico di AIFIRM (associazione italiana dei risk manager) e di ABI-Formazione. E' consulente di ANCI-Ifel per i derivati dei comuni. In precedenza ha lavorato come economista [...] presso l'Ufficio Studi della COMIT. Si occupa di risk-management e derivati. Ha pubblicato articoli di finanza ed economia su riviste internazionali e sei libri. Il suo hobby è seguire concerti di Nick Cave.

Altro Chiudi
BIO

Ultimi commenti

Pubblicato il 25/06/2016

in: Cosa ci dice la Brexit di quanto (non) sappiamo prevedere il futuro

Attenzione a maltrattare la probabilità, particolarmente a questi chiari di luna. Punto primo: cosa vuol dire "gli errori commessi nel valutare la probabilità"? Che c'è una distorsione nella probabilità estratta dai dati finanziari? Quella c'è sempre e si chiama "aggiustamento per il rischio". Valutare se una probabilità è stimata in modo errato non ha niente [...] a che vedere con il fatto che l'evento si sia verificato. Punto secondo: i prediction market, di cui mi sono occupato (ho pubblicato con Agostino Capponi un lavoro sulla correlazione tra la deposizione di Saddam e il prezzo del petrolio) non hanno ancora la dignità di mercati finanziari. Se uno vuole estrarre dai dati finanziari la probabilità di Brexit dovrebbe usare veri contratti finanziari, come ad esempio la valutazione di prodotti derivati (contratti swap) con "Brexit clause". Punto terzo: il fatto che la probabilità di "remain" sia aumentata dopo la morte di Jo Cox indica che la morte di Jo Cox ha avuto un impatto, non sappiamo di quanto perché non abbiamo la controprova. Diciamo che io affermo che senza l'assassinio di Jo Cox il Brexit avrebbe vinto con il 70%. Si può escluderlo? Infine, per Andrea Gilardoni: "la falsa correlazione" o "correlazione spuria" è un'altra cosa e indica un'associazione di caratteri che si trova nei dati senza nessuna possibile spiegazione teorica (chi ha gli occhi azzurri è più ricco). Qui siamo di fronte a un'analisi di probabilità condizionale, e il pezzo mostra che l'omicidio di Jo Cox ha avuto un impatto.

Altro Chiudi
Pubblicato il 02/06/2016

in: Due diligence sul debito, l'affondo di Tronca sul voto di Roma

Per la precisione, i conti sul debito finanziario della Gestione Commissariale del debito di Roma per il Commissario Silvia Scozzese li ho fatti io. Ho fatto anche l'analisi della strategia di Varazzani, che è descritta chiaramente nel testo dell'audizione. Ne riparleremo.

Pubblicato il 29/02/2016

in: Pro o contro il bail in? Significa essere pro o contro il legame stato-banche

Vero, ma la via non è "altra". E' quella del rispetto del vincolo tra banche e stato ai suoi massimi livelli. Non sono contrario alla proposta. Ho però due osservazioni. Prima: le banche salvate dallo stato possono diventare iniquamente voraci verso debitori pregressi, che possono essere anch'essi pubblici. Esempio: a me è capitato che RBS, [...] salvata da sua maestà, sia venuta in Sicilia a chiedere l'applicazione di una break-out clause su un contratto derivato. In altri termini: la banca acquistata dal contribuente inglese è venuta a maramaldeggiare con il contribuente siciliano. Secondo: non abbiamo evidenza di uscita dello stato. Esempio: Commerzbank, è stata acquisita dal contribuente tedesco. Anziché venderla lo stato ha ricominciato a pagare i dividendi a sé e agli altri azionisti. La cosa che mi scandalizza, ma pare abbia scandalizzato solo me. Non è dato sapere quando lo stato uscirà fuori da Commerzbank.

Altro Chiudi
CARICAMENTO...