Semprini ha fatto flop. Perché?

:
15 Settembre 2016

Gianluca Semprini, nuovo acquisto di RAI3, è bravo, molto bravo. Tuttavia, all’atteso debutto con “POLITICS”, il nuovo format che si vuole “diverso” dai soliti e abusati talk-show ha fatto un clamoroso flop. Perché?

Provo a rispondere in 45 secondi…

1) Ha invitato quello che lo aveva snobbato in prima botta, Di Maio. Errore! Partiva già piegato..
2) Ha promesso domande precise e risposte chiare, con il count-down, ma è partito senza cout-down! E con Di Maio si è imbarcato in una intervista alla romanesca che svolazzava fra retroscena in politichese senza cavare un ragno dal buco: solita minestra, altro che novità.
3) Meglio la parte con il Count-down, ma lì le domande devono essere fulmini e saette, sorprendere e spiazzare. Se no sembra Rischiatutto con le domande troppo facili.. non c’è pathos.

Nota: Mike, a Rischiatutto, metteva una banda bella grossa che si accorciava mentre fuggivano i secondi.. crea tensione. Copiare subito e togliere quel timoroso timer in grigio-chiaro in alto a destra scritto in piccolo.

p.s. : Comunque non abbatterti, Gianluk, è la battaglia giusta: le intenzioni sono ottime e di cialtroni è troppo pieno lo schermo… Allons enfants!

TAG: conduttoritv, Cultura, gianlucasemprini, giornalismo, giornalisti, palinsestorai, politics, primaserata, rai, semprini, talk show, televisione, televisione italiana, tv
CAT: Media

6 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. evoque 4 anni fa
    E chi c'ha più voglia di guardare un talk show, tradizionale o politico che sia? Se io devo accendere il televisore - sapendo che in quel programma c'è per l'ennesima volta il fuoricorso decennale per esempio - per ascoltare i soliti slogan, perché alla fin fine a quesro si riducono le interviste tv, beh evito di consumare energia elettrica. E poi davvero ci sono troppe parole in giro. E a me piace molto il silenzio.
    Rispondi 0 0
    1. evoque 4 anni fa
      invece di politico volevo scrivere innovativo...
      Rispondi 1 0
      1. stefanogolfari 4 anni fa
        Hai molte ragioni, Evoque. Tranne una: l'intervista-dibattito diretta tv (o web) resta l'unico ambiente dove - se il giornalista è bravo e se il gioco non è truccato - puoi ascoltare risposte non impostate prima, discorsi che non sono comizi o conferenze-stampa, e leggere in faccia ai politici verità, dissimulazioni e menzogne. Non è poco.
        Rispondi 0 0
        1. evoque 4 anni fa
          Caro Stefano, il problema è trovare un giornalista con quelle caratteristiche. Non per fare l'esterofilo, ma trovo che quelli inglesi in genere siano piuttosto tosti. Ed è sicuramente per questo che a me piace il tuo programma New-news, ma solo quando ci sei tu, perché, anche se non sempre concordo, trovo che tu abbia quelllo spirito "ribelle" e anche un po' ribaldo che mi acchiappa. Forse perché anch'io sono un po' così.
          Rispondi 1 0
  2. stefanogolfari 4 anni fa
    ...ribalderemo il mondo...
    Rispondi 2 0
    1. evoque 4 anni fa
      Bella! Ciao!
      Rispondi 0 0
CARICAMENTO...