Dalla sede del Pd di Milano, la notte della sconfitta

:
5 Dicembre 2016

Sono le 23.00 quando arrivano i primi dati. In pochi minuti si allarga la forchetta tra SI e NO. Dal 42% del SI delle 23, alle 23.17 si passa al 40 che vuol dire che il NO passa dal 58% al 60%
I numeri minuto dopo minuto condannano le scelte di Renzi di cui si attendono le dichiarazioni previste alle 24

I primi minuti

Arrivano le dimissioni di Renzi pochi minuti dopo la mezzanotte

A notte fonda parla il segretario Regionale del Pd Alessandro Alfieri

TAG: Referendum costituzionale
CAT: Milano

Un commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. sspag00 4 anni fa
    Non e' il primo Presidente del Consiglio a dimettersi dopo una sconfitta elettorale. D'Alema si dimise nel 2000 per avere perso le elezioni regionali. Veltroni si dimise nel 2009 da segretario del Partito Democratico in seguito alla sconfitta regionale in Sardegna (!). Renzi non e' il primo ad avere un minimo di coerenza con cio' che si e' affermato in precedenza.
    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...