La Cub dice no alla riforma costituzionale

:
19 Novembre 2016

Ci sono anche loro: quelli della Confederazione Unitaria di Base. 

Sindacalisti con 40 anni di storia alle spalle. Prima avanguardia, oggi retroguardia di un pensiero politico garante dei diritti dei lavoratori, la cui lungimiranza guarda molto oltre le convenienze del “qui e ora” per concentrarsi sull’analisi delle conseguenze storiche di un capitalismo selvaggio che anziché  arricchire sta impoverendo milioni di persone

Oggi la Cub, a Milano al Circolo della Stampa, ha voluto affrontare il tema del Referendum indagando gli effetti che si produrranno sui posti di lavoro. A ragionare sono l’Avvocato Mauro Sentimenti , la scrittrice Rosa Fioravante, il fondatore della Cub Piergiorgio Tiboni, la costituzionalista Anna Maria Cabiddu

C’è un attacco alla Costituzione dice Piergiorgio Tiboni “perché  il Governo è  un fantoccio in mano al sistema bancario internazionale, organismi presieduti da persone mai elette con il sostegno di apparati sindacali compiacenti”

Il No della Cub è  netto

 

Piergiorgio Tiboni

Anna Maria Cabiddu: non c’è equilibrio tra i poteri

Rosa Fioravante: la situazione si aggrava, allora era meglio una sola Camera

TAG: Cub, Maria Anna Cabiddu, Piergiorgio Tiboni, Riforma costituzionale, Rosa Fioravante
CAT: Milano

Un commento

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. giorgio-cannella 4 anni fa
    Ecco i miei due contributi sul referendum costituzionale del 4 dicembre 2016. Buona lettura. http://giorgiocannella.com/index.php/2016/06/03/referendum-costituzionale-italiano-ottobre-2016/ http://giorgiocannella.com/index.php/2016/10/29/referendum-4-dicembre-2016-parte-seconda/
    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...