Salvini, le battute su chi sta in ambulanza sono vietate a chi ha più di 2 anni

:
7 agosto 2018

Nel giorno in cui le sirene delle ambulanze sono risuonate due volte altissime, nel nostro paese – una in Puglia per non riuscire a salvare dodici schiavi stranieri dei caporali che devono portare pomodoro a basso costo sulle nostre tavole, l’altra alle porte di Bologna per un incidente clamoroso e che poteva finire molto molto peggio – Matteo Salvini, nella ridente e notoria Arcore, ha mostrato di non perdere il buon umore, peraltro proverbiale nella contea.

Mentre faceva il solito comizio a favore del suo affezionatissimo pubblico padano, si è interrotto al passaggio di una sirena. Non per spendere una parola di rispetto, come potete vedere nel video pubblicato da Milano Today, ma per sfottere “i rosiconi di sinistra”  che si sentono male e finiscono portati via da un’ambulanza, magari proprio da quell’ambulanza che passava di lì, e intasano le farmacie alla ricerca del Maalox. Un po’ di risate si sono alzate, alle sue spalle qualche giovane ha sorriso, e il comizio è andato avanti per la sua allegra strada.

Si dirà, Salvini e un bel pezzo di politica italiana da ben prima di lui ci hanno abituato a tutto, perché indigarsi tanto per una battuta cretina? Ma il punto, qui, è che si sia ormai consolidato, ad ogni passo del ministro dell’Interno, l’abbandono del senso del limite umano, che viene prima della politica. Sono domande semplici, banali, che ogni volta che passa un’ambulanza ci hanno insegnato a farci le nostre nonne: chissà chi c’è sopra, speriamo che non sia grave, pensa a quelle povere famiglie.

Quel poco di pietà umana, e il famoso buonsenso mille volte rivendicato e sbandierato da Matteo Salvini, che di mestiere fa il politico e non l’attor comico. Ecco, chi ce fa il politico e ha il buon senso non fa battute su chi sta in un’ambulanza.

 

TAG: Ambulanza, matteo salvini
CAT: Partiti e politici

4 Commenti

Devi fare per commentare, è semplice e veloce.

  1. angelica 3 mesi fa
    Io vorrei tanto chiedere al nostro ministro Salvini se lui si è reso conto che quel mezzo che stava passando era un ambulanza e non un carrettino dei gelati e che dentro c'era una persona bisognosa di aiuto in quel momento. Bella battuta non c'è da ridire! Purtroppo di comici però ne abbiamo già avuti al nostro governo. Un po' di rispetto per la persona all'interno dell'ambulanza, per i suoi familiari e per il personale medico che era a lavoro in quel momento, sia da parte del nostro ministro che da tutti quelli che hanno ridacchiato.
    Rispondi 1 1
  2. ferdy 3 mesi fa
    Si è talmente incancrenito il rapporto nella politica, che anche il suono di una sirena è motivo di battute verso gli avversari senza il minimo rispetto della funzione di un mezzo di soccorso in fase di emergenza.C'è veramente da chiedersi da quali sentimanti sia animata una persona con quella carica.
    Rispondi 1 0
  3. evoque 3 mesi fa
    Qualcuno chiama "nostro ministro" Salvini; per quanto mi riguarda, mi rifiuto di essere rappresentato da un becero simile,: lo disconosco al mille%. Salvini è un orrore. Un errore della Storia, purtroppo piuttosto frequente in questa Italietta. Il suo pubblico è come lui. Per fortuna, la parabola è uguale per tutti quelli come lui, senza eccezione: si sale si sale sempre più su, poi, splash, un bel (per tanti, ma non per l'interessato, ovviamente) tonfo e l'Italia, la solita Italia che non impara mai, sarà pronta per un altro cialtrone.
    Rispondi 1 0
  4. beniamino-tiburzio 2 mesi fa
    Esagerazioni. In un senso e nell'altro. Se non piace Salvini io mi riferirei a sue azioni sostanziali, nel Governo, sicuramente rintracciabili.
    Rispondi 0 0
CARICAMENTO...